News dalla rete ITA

20 Dicembre 2017

Serbia

RICICLAGGIO IN SERBIA LARGAMENTE AL DI SOTTO DEI LIVELLI EUROPEI

Mentre circa il 60% dei rifiuti viene riciclato nell'UE, non meno del 95% dei rifiuti urbani finisce nelle discariche non controllate o nell’ambiente rurale, secondo quanto riferito dal servizio radio-televisivo nazionale della Serbia (RTS). Sebbene il principio del "chi inquina paga" sia stato introdotto in Serbia con l’adozione di una serie di leggi verdi nel 2009 e di un quadro giuridico per lo sviluppo del sistema di gestione dei rifiuti, i cittadini spesso non hanno la possibilità o non vogliono separare i rifiuti in casa per il riciclaggio. Solo nelle città più grandi è possibile trovare (anche se pochissimi)i contenitori per la separazione dei rifiuti di plastica, vetro, metallo, tessuti, ecc. Circa 50.000 tonnellate di rifiuti urbani provenienti da Belgrado vengono smaltiti nella discarica di Vinca, dove i cosiddetti raccoglitori informali di rifiuti separano tutto ciò che può essere riciclato. I riciclatori di rifiuti di imballaggio in Serbia lavorano con la metà delle loro capacità e importano rifiuti di imballaggio dai paesi limitrofi. Suggeriscono quindi l'introduzione di un sistema di deposito di lattine e bottiglie vuote di vetro e di plastica. Anche l'economia del paese ne trarrebbe beneficio perché spende 10 milioni di euro all'anno per l'importazione di vetro usato e paga la stessa somma per l'importazione di carta e cartone usato.(ICE BELGRADO)