News dalla rete ITA

29 Gennaio 2018

Brasile

TERRENI SONO VALORIZZATI NELLA “VECCHIA FRONTEIRA” DEL BRASILE

Una rara combinazione d’instabilità politica e riduzione del tasso di interesse di base ha aperto spazio nel 2017 agli investitori che potranno cominciare a guardare più da vicino il mercato fondiario,  una risorsa considerata sicura in tempi di turbolenza. L'interesse ancora modesto rispetto al periodo di massimo splendore del settore, si concentra nelle regioni che già offrono maggiori possibilità, come l'accesso alle infrastrutture e a suoli di buona qualità. È stato il caso delle regioni del sud e del sudest, dove la terra era accresciuto il proprio valore del 25% nel 2017, ben al di sopra rispetto alle regioni centro-ovest, nord e nordest del paese che, sebbene abbiano terre più abbondanti e a prezzi bassi, perdono competitività a causa delle distanze e dei suoli di qualità inferiore. (ICE SAN PAOLO)