News dalla rete ITA

24 Gennaio 2017

Azerbaijan

“FROM ARCHITECTURE TO EXHIBITION DESIGN"

1)    INTRODUZIONE GENERALE   La pittura opera su due dimensioni, ma ne suggerisce tre o quattro; la scultura vive su tre dimensioni, ma noi ne restiamo all’esterno, separati. L’architettura invece, attraverso la luce è come una grande scultura scavata nel cui interno lo spazio diventa tangibile. In questo contesto, Enzo Eusebi utilizza la luce come un “materiale” con il quale costruire spazi della percezione. Attraverso le diverse scale delle sue realizzazioni, questo parametro sarà rappresentato come fonte di ispirazione, trattato come materiale fisico o concettualizzato simbolicamente. Verranno analizzate le relazioni della sua applicazione nell’arte, nell’architettura e nell’industrial design.     2)    FOCUS DESIGN (Albero – iGuzzini – Smart City – Caserta)   Energia, Big Data, Design, economia e sviluppo sostenibile, internet delle cose, paesaggio, trasporti sono tutti elementi che giocano un ruolo fondamentale nello sviluppo degli spazi urbani e nella progettazione e gestione delle metropoli del futuro.     3)    EXHIBITION DESIGN (Padiglione WAA – EXPO 2015 - Milan)   Siamo attratti alla progettazione parametrica come risorsa con la quale è possibile ottenere efficienza e fedeltà tra il concetto di design e il risultato di un progetto. Attraverso le relazioni geometriche e gli algoritmici, essa costituisce anche un ponte tra produzione tradizionale architettura e nuove possibilità tecnologiche.     4)    ARCHITECTURE PAST (Industrial Factory – Preci)   Nelle molteplici contraddizioni della realtà accade che un paesaggio incontaminato debba accogliere un insediamento industriale, che la lavorazione di carne animale sia il mezzo di vita di molte persone, che l’iconicità prevalga sull’onestà della sostanza, che l’edonismo talvolta superi il buon senso. In un quadro tanto complesso, un progetto di architettura può diventare momento di conoscenza concettuale, sociale e storica di un luogo.       5)    ARCHITECTURE PRESENT (Shoes Italian Museum – Beijing)   La progettazione di un edificio museale come occasione di rinnovamento urbano e culturale. Nel delicato tema dell’ampliamento di un complesso, in bilico tra arte e artigianato, utopia e tecnologia l’architetto confessa che l’inizio di un progetto è il momento più difficile da affrontare perché una volta che si è trovata l’anima si è trovato tutto.   6)    ARCHITECTURE FUTURE (Copernico Tower)   La Metamorfosi del grattacielo. A distanza di un secolo dalla nascita del grattacielo, è necessario oggi progettare in modo nuovo l’architettura di un edificio in altezza. Per la prima volta nella storia l’eccellenza dell’architettura non sta più nella perfezione della forma ma in una forma che cambia: dai vuoti architettonici nasce il dinamismo di un grattacielo del futuro.           (ICE BAKU)