News dalla rete ITA

26 Giugno 2017

Portogallo

IL COMMERCIO ESTERO PORTOGHESE NEL PRIMO TRIMESTRE DEL 2017

Nel primo trimestre del 2017 (dati provvisori di fonte Eurostat) le esportazioni portoghesi hanno raggiunto i 13.996 milioni di euro, segnando un incremento del 17,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Le importazioni, con un valore di 16.606 milioni di euro, sono cresciute del 15,4%.   Nel ranking merceologico dell’export portoghese i prodotti chimici in senso lato occupano la prima posizione con un valore di 1.358 milioni di euro ed un incremento del 18,6% rispetto al primo trimestre del 2016. Al secondo posto si trovano le apparecchiature e componenti per veicoli che hanno raggiunto i 1.220 milioni di euro (+11,7%). Seguono i combustibili e lubrificanti che hanno segnato una forte crescita, passando dai 464 milioni di euro del periodo gennaio/marzo 2016 agli attuali 865 milioni di euro.   Per quanto riguarda le importazioni, i prodotti chimici con 2.193 milioni di euro (+9,6%) capeggiano la graduatoria con una quota del 13,2% sul totale import portoghese. Seguono i combustibili e lubrificanti che hanno registrato un incremento del 54,4% attestandosi sui 1.908 milioni di euro. Al terzo posto si trovano le autovetture con 1.427 milioni di euro ed una performance positiva (+17,4%) rispetto al primo trimestre del 2016.   Per paesi, i principali clienti dell’export portoghese sono stati nell’ordine Spagna, Francia e Germania, seguiti da Regno Unito e USA. L’Italia si colloca al settimo posto preceduta dai Paesi Bassi. L’export verso l’Italia ha segnato nel periodo gennaio/marzo 2017 un aumento del 22,5% passando dai 417 milioni di euro del primo trimestre dell’anno scorso agli attuali 511 milioni di euro.   Nella classificazione dei principali fornitori per singoli paesi Spagna (5.232 mln €), Germania (2.312 mln €) e Francia (1.291 mln €) occupano le prime tre posizioni con quote del 31,5%, 13,9% e 7,8% rispettivamente e crescite a due cifre rispetto al primo trimestre del 2016. Segue l’Italia con un valore di 885 milioni di euro (+10,1%) ed una quota sul totale del 5,3%. (ICE MADRID)