COVID-19 AUSTRIA

MISURE PREVISTE DALLE AUTORITÁ AUSTRIACHE PER L'INGRESSO NEL PAESE


Dal 10 giugno 2021, solo coloro che provengono da paesi considerati a rischio devono registrarsi prima dell'arrivo e compilare un apposito formulario (l'obbligo non esiste solo in pochi casi, p.es. transito, trasportatori, comprovate esigenze familiari). Qui il link per il formulario:

"Pre-Travel-Clearance"

L'Italia non é piú considerata un paese a rischio.

Le persone che fanno ingresso in Austria dall’Italia oppure da un altro paese a basso rischio (vi è un elenco che viene aggiornato di continuo, in cui attualmente la maggior parte dei paesi dell'Unione Europea è inclusa) devono essere munite di un test negativo (in tedesco e/o in inglese, vedasi i moduli in seguito) oppure devono essere vaccinate e/o aver superato la malattia negli ultimi mesi. In caso contrario devono, a proprie spese, effettuare il test entro le prime 24 ore dall'ingresso nel paese. Inoltre, nel caso di un controllo, devono rendere credibile che sono stati soltanto in uno dei paesi considerati a basso rischio nei dieci giorni antecedenti. 

Informazioni dettagliate sulle singole misure anti-covid sono reperibili sulla pagina della nostra Ambasciata a Vienna, ecco il link: 
https://ambvienna.esteri.it/ambasciata_vienna/it/ambasciata/news/dall-ambasciata/focus-coronavirus.html
 


I negozi, alberghi e ristoranti sono aperti.


------------------------------------------------------------------
In questo contesto dobbiamo ricordare alle aziende estere che devono effettuare lavori in trasferta che vi sono altri obblighi che prescindono dall'attuale crisi e che la relativa documentazione potrebbe essere richiesta durante un eventuale controllo alle frontiere austriache. Ecco il link ove abbiamo riportato le informazioni essenziali, indicando anche i formulari da compilare e da trasmettere alle Autorità Austriache:

https://icewien.at/index.php/faq-in-lingua-italiana/24-faq-in-lingua-italiana/58-faq-lavoro-in-trasferta.