Emergenza Covid - 19: Notizie sull'attuale situazione

A seguito dell'emergenza COVID -19  , le Autorità della Bosnia Erzegovina hanno decretato lo stato di emergenza su tutto il territorio nazionale. Tale decisione implica la chiusura di uffici, enti e istituzioni culturali e attività commerciali tranne i supermercati, farmacie e strutture eroganti servizi di prima necessità, ed il divieto di eventi e manifestazioni pubbliche. Sia nel territorio della Federazione di Bosnia Erzegovina che in quello della Republika Srpska, sono stati imposti il divieto di circolazione ai cittadini minori di età e maggiori di anni 65 ed, a partire dal 22 marzo, il coprifuoco per tutta la popolazione dalle 20.00 alle 05.00.  

Per quanto riguarda l'ingresso nel Paese, il Consiglio dei Ministri ha sospeso l'ingresso a tutti i cittadini stranieri tranne quelli con la residenza temporranea o permanente, personale della rappresentanze diplomatiche, personale sanitario con lo scopo dello svolgimento di servizi sanitari, autisti dei trasporti cargo internazionali.

Tutte le persone che entrano nel Paese sono sottoposte all'obbligo di 14 giorni di quarantena (sorveglianza medica diretta in collaborazione con le Autorità di ispezione competenti con rendicontazione giornaliera obbligatoria al servizio epidemiologico competente)

Le merci provenienti dall'italia possono entrare in Bosnia Erzegovina con l'ordine agli autisti di isolamento autonomo ovvero non abbandonare la cabina del camion, mentre lo scarico e carico vengono effettuati da altre persone locali.