REGNO UNITO: LINEE GUIDA EXPORT / IMPORT

Il Regno Unito, dal 1°gennaio 2021, come conseguenza del Brexit, non sarà più membro dell'Unione Europea. Sarà quindi necessario seguire le stesse procedure di importazione ed esportazione previste per i Paesi Extra UE, che prevedono passaggio ed ispezione doganale.

MITTENTE E DESTINATARIO DEVONO POSSEDERE UN CODICE EORI

Cos’è l’EORI?

L’E.O.R.I. (Economic Operators Registration and Identification - numero di registrazione e identificazione degli operatori economici) è un sistema di numerazione introdotto nel 2009 dall’Unione Europea. Le imprese e le persone che intendono operare devono utilizzare il numero EORI come numero di identificazione in tutte le procedure doganali quando scambiano informazioni con le amministrazioni doganali.

Il numero EORI è composto da due parti:

  • il codice ISO dello Stato membro di rilascio (ad esempio IT per l’Italia e DE per la Germania etc.); seguito da
  • una serie di caratteri alfanumerica (15 al massimo, partita IVA o codice fiscale) che identifica in maniera univoca un dato importatore – o, più in generale, un dato operatore economico – all’interno dell’Unione Europea.

È possibile richiedere un codice EORI anche se non si possiede né una società né partita IVA?

Sì. È irrilevante se l'operatore economico è una società (persona giuridica) o una persona fisica. È possibile richiedere un codice anche come privato (utilizzando il codice fiscale). Per maggiori informazioni, rivolgersi direttamente all’ Agenzia delle dogane e dei monopoli.

Chi ha bisogno di un numero EORI?

Qualsiasi operatore economico stabilito nel territorio doganale dell'Unione necessita, ai fini doganali, di un numero EORI. Anche gli operatori economici non stabiliti nel territorio doganale dell'Unione necessitano di un EORI per una serie di situazioni diverse.

Per esempio, presentare una dichiarazione in dogana nel territorio doganale dell'Unione; per inviare una Entry Summary Declaration (ENS); per presentare una Exit Summary Declaration (EXS); presentare una dichiarazione di custodia temporanea nel territorio doganale dell'Unione; agire come vettore ai fini del trasporto via mare, per vie navigabili interne o per via aerea; agire in qualità di vettore connesso al sistema doganale e desidera ricevere le notifiche previste dalla normativa doganale in merito alla presentazione o alla modifica delle dichiarazioni sommarie di entrata.

Cosa succede se non si possiede un codice EORI?

Se le merci arrivano in dogana e non si possiede un codice EORI si potrebbe incorrere nel rischio del blocco della merce, una multa e/o il sequestro del carico.

I mittenti o destinatari del Regno Unito devono essere in possesso di un codice EORI?

Sì. Come specificato dal governo britannico ai seguenti link:

Scarica qui la guida dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli: 

GUIDA DOGANALE IMPRESE

 

Fonte:

 https://assistenza.adm.gov.it/SRVS/CGI-BIN/KanaInternet.asp?New,new,kb=Tel_Ecustoms,templateset=tel_dogane_new,solution=Il_codice_EORI,Company={765BB49D-4576-4347-8104-82D924DA773F}

https://ec.europa.eu/taxation_customs/business/customs-procedures/general-overview/economic-operators-registration-identification-number-eori_en