Presidente Agenzia ICE

Carlo Ferro

Nato a Savona 57 anni fa, laureato in Economia e Commercio alla LUISS Guido Carli di
Roma, Carlo Ferro ha alle spalle oltre 30 anni di carriera manageriale in aziende
fortemente orientate alla competizione internazionale sui mercati globali.

Ferro ha assunto la Presidenza del consiglio di Amministrazione dell’Agenzia ICE il 7
gennaio 2019, dopo aver lasciato la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione
della STMicoelectronics (Italia) S.r.l.

In STMicroelectronics NV dal 1999, ha ricoperto vari incarichi di vertice fino a President
Finance Legal Infrastructure and Services ed è stato per oltre 15 anni il Chief Financial
Officer del Gruppo, contribuendo allo sviluppo di uno dei campioni della tecnologia italiana
ed europea nel mondo, con risultati di crescita (fatturato da 2 a 8.5 miliardi di USD dall’IPO
a quando Ferro ha lasciato il ruolo di CFO nel maggio scorso), incremento occupazionale
(da circa 20,000 a circa 43,000 addetti nello stesso periodo) e creazione di valore (ritorno
totale medio annuo composto per gli azionisti del 10.6% nello stesso periodo).

Ferro è stato Vice Presidente Assolombarda con delega alle Politiche industriali e Fisco e
membro del Consiglio Direttivo del Digital Innovation Hub Lombardia, incarico che ha
lasciato per assicurare la massima indipendenza al ruolo di Presidente dell’ICE. E’ inoltre
advisor della Commissione Europea come membro dello Strategic Forum per i grandi
progetti di interesse europeo nonché adjunct professor presso la LUISS Business School
e co-direttore scientifico del suo Master in Corporate Finance.

Già in IRI, dirigente Finmeccanica e poi Vice-President di Elsag Bailey Process
Automation, Carlo Ferro ha iniziato la sua attività come impiegato di amministrazione e
controllo all’altoforno di Taranto e ha poi dedicato la sua carriera allo sviluppo sui mercati
internazionali di grandi imprese tecnologiche, quotate sui mercati dei capitali con
partecipazione dello Stato Italiano. Con oltre 20 anni di esperienza di lavoro all’estero, ha
promosso e gestito alleanze e joint venture internazionali in USA, Svezia, Olanda, Cina,
Singapore e Giappone e ha fatto parte degli organi di governance di 25 società in settori
industriali diversi e in 7 paesi tra Europa, Asia e USA.