News dalla rete ITA

13 Marzo 2018

Argentina

ARGENTINA: L'ECONOMIA È CRESCIUTA DEL 2,8% NEL 2017

I settori sempre più produttivi mostrano segni di miglioramento. Automobili, carne e energie rinnovabili offrono opportunità E 'ufficiale, l'economia argentina nel 2017 ha avuto un incremento del 2,8% su base annua, recuperando il calo del 2,3% registrato nel 2016. Secondo lo Stimatore Mensile dell'Attività Economica EMAE, che realizza l'Istituto Nazionale di Statistiche e Censimenti INDEC nel mese di dicembre, si è evidenziato un incremento dell'attività del 2% rispetto all'anno precedente nell'ultimo mese dell'anno e dello 0,6% in termini destagionalizzati, dopo 10 mesi di miglioramento ininterrotto. Sebbene l'economia abbia già avuto 10 mesi consecutivi di miglioramento anno su anno, l'indicatore di dicembre è stato leggermente inferiore a quello stimato dagli analisti, prossimo al 2,4%. Ci sono buone prospettive per quest'anno, dal decollo nella costruzione di opere pubbliche, industrie come l'acciaio e la lavorazione dei metalli, il commercio e l'intermediazione finanziaria. Dei 15 settori dell'EMAE, 13 di questi sono cresciuti a livello interannuale a dicembre "il che dimostra che il processo di crescita è diffuso in quasi tutti i settori dell'economia", si legge nel rapporto. Nel frattempo, in un'intervista con El Cronista il sottosegretario di programmazione macroeconomica, Luciano Cohan, ha detto che "c'è stata una prima forte ripresa nella prima metà del 2017 e poi è cresciuto a crociera tra 0,5 ed 1 punto per trimestre". Ha spiegato che se può persistere e accelerare un po ', sono buoni dati, "coerente con le proiezioni che abbiamo di 3% di crescita", anche se la siccità può mettere un po' di rumore rispetto al secondo trimestre, ha detto. Ramiro Castiñeira, capo economista di Econometric, ha affermato che "quasi tutti i settori sono ripresi nel 2017, ma ora dobbiamo vedere quale sarà il tasso di crescita nei prossimi mesi". Ha predetto per la crescita economica quest'anno del 2,4%, "per la prima volta in sei anni entra nel regno della crescita", cosa che non avviene in termini aggregati dal 2011. Come settori in più rapida crescita sono da sottolineare la costruzione, con un miglioramento del 12,7% nell'anno e del 19% nel mese di gennaio 2018, l'attività immobiliare, grazie ai crediti ipotecari, che sono aggiustati dall'Unità Regolabile di Valore d'Acquisto (UVA) . Anche la produzione agricola ha registrato buoni risultati nel 2017, con un impatto positivo su settori correlati come le macchine agricole o la produzione di fertilizzanti e prodotti agrochimici. Altri settori in crescita sono le attività e i servizi sociali (3,7% interannuale), l'intermediazione finanziaria, il commercio all'ingrosso ed al dettaglio, ed il settore ho.re.ca. L'attività estrattiva di miniere e cave ha iniziato a cambiare il trend negativo di circa due anni a finale dell'anno 2017. L'industria manifatturiera si presenta molto eterogenea. Secondo l'Estimatore Mensile Industriale dell'INDEC, l'attività industriale è cresciuta nel mese di gennaio 2,6% interannuale, trainata dall'acciaio grezzo (18,0%), minerali non metalliferi, con incrementi nel cemento (17,4%) e altri materiali da costruzione (15,7%), metalmeccanica (4,9%) sostanze e prodotti chimici (3,7%). In questo ultimo settore risalgono le fibre sintetiche (111,4%) e plastico e caucciù sintetico (53,4%). (ICE BUENOS AIRES)