News dalla rete ITA

27 Giugno 2018

São Tomé e Principe

RIABILITAZIONE STRADALE VALUTATA IN 60 MILIONI DI DOLLARI

I lavori di risanamento di oltre 30 chilometri della strada nord di São Tomé e di tutta la zona costiera, stimati in 60 milioni di dollari (51 milioni di euro) dovrebbero iniziare nel primo trimestre del prossimo anno, secondo una fonte governativa."Tutti gli studi per lo sviluppo di questo progetto sono in corso e saranno completati entro la fine di quest'anno e si prevede che nel primo trimestre del prossimo anno i lavori sul terreno potranno iniziare", ha detto Adilson Carneiro da Silva, responsabile dell'Agenzia Fiduciaria di Amministrazione di Progetti (AFAP).La riabilitazione della strada del nord e zone costiere comprende la riqualificazione di almeno 10 chilometri del lungomare della capitale sao-tomense, tra l'aeroporto e il villaggio di pescatori di Pantufo e sono inclusi nel Progetto per lo Sviluppo del Settore del Trasporto e Protezione Costiera.Il progetto è cofinanziato dalla Banca Mondiale (WB) con 25 milioni di dollari, dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI) con ulteriori 25 milioni e dal Fondo Olandese con 10 milioni di dollari.La sala riunioni del Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo (UNDP) ha ospitato un seminario che ha convalidato gli studi sul quadro di gestione ambientale e sociale.L'evento ha riunito responsabili di diversi settori della pubblica amministrazione di sao-tomense, organizzazioni non governative, società civile e responsabili delle comunità e produttori agricoli coinvolti dal progetto."Il progetto di sviluppo del settore dei trasporti e della protezione costiera, che incorpora la riabilitazione del lungomare e la riabilitazione della Strada Nazionale Numero 1 prevede, oltre alla riabilitazione del manto stradale e miglioramenti relativi, la protezione e stabilizzazione del pendio, così come il rafforzamento e la protezione dall'erosione costiera, favorendo la resistenza ai cambiamenti climatici", ha spiegato Nelson Cardoso, direttore esecutivo dell'Istituto Nazionale delle Strade.Secondo Nelson Cardoso, l'implementazione di questo progetto è essenzialmente finalizzata a favorire il trasporto di persone e merci e lo sviluppo del turismo. L'esecuzione dei lavori deve durare da tre a quattro anni.Il direttore generale del turismo, Arlindo Carvalho, difende la necessità che lo studio di impatto ambientale da preparare "segua le norme necessarie che tengano in considerazione tutti gli impatti negativi che possono derivare da questi progetti", e in questo caso prendere misure di "mitigazione". (ICE LUANDA)


Fonte notizia: Abola