News dalla rete ITA

27 Luglio 2018

Regno Unito - Irlanda

STALLO PER L`ECONOMIA NORD-IRLANDESE...IN ATTESA DI UN`INCERTA USCITA DALL`UE

Nel mezzo di una torrida estate (mai cosi` alte le temperature da oltre cento anni e mai cosi` tanti i giorni di siccita` ed assenza di precipitazioni) ed in attesa che il dossier brexit porti a qualche soluzione - al momento non ancora prevedibile - e` interessante porre in evidenza che uno dei temi, per tanti versi piu` controversi, dell`uscita dall`Ue e cioe` il Nord Irlanda (NI) stia attraversando un momento non felicissimo sul versante economico. Secondo uno studio della Danske Bank le previsioni economiche per il NI sono da considerarsi "deludenti" con una crescita del PIL nel `18 dello 0,9% e dell`1,1% nel `19, sempre che non sia "hard brexit, mentre i dati relativi al Regno Unito sarebbero piu` positivi (+1,3% `18 e +1,4% `19). Il tasso di disoccupazione raggiungera` il 3,3% nel `18 e crescera` al 3,6% nel `19. "L`economia nord irlandese sta subendo e subira` piu` di altre aree del Regno, l`incertezza della brexit...I consumi sono stagnanti, i servizi quali le costruzioni cresceranno ma di poco, mentre il manifatturiero seppur sospinto dall` "Industrial Strategy" del governo stenta a decollare pienamente" e` il commento del Capo Economista della Danske. La profonda incertezza sul futuro sta peraltro avendo un effeto negativo sugli investimenti dall`estero che sempre avevano sostenuto l`economia nord irlandese ( si pensi all`aerospazio, al cybersec, AI, ecc.). ITA London (ICE LONDRA)


Fonte notizia: Danske Bank