News dalla rete ITA

23 Agosto 2018

Danimarca

SEI AZIENDE SU DIECI IN DANIMARCA CERCANO LAVORATORI

Il 60% delle aziende danesi che necessitano di nuovi dipendenti hanno difficoltà a trovarli, mostra un nuovo sondaggio di Dansk Industri. Alla società di software Milestone Systems, il problema è così grave che sono spesso costretti ad abbandonare i tentativi di occupare i posti vacanti. Cento posti vacanti in Danimarca. Questo è il numero di dipendenti di cui necessita attualmente il fornitore di software Milestone Systems, che è una delle aziende colpite dalla carenza di manodopera in Danimarca. "Stiamo cercando di trovare dipendenti in Danimarca su tutte le piattaforme immaginabili. Ma in Danimarca abbiamo il problema fondamentale di eccesso di domanda e offerta insufficiente di manodopera ", afferma Lars Thinggaard, CEO di Milestone Systems. L'azienda è soltanto una delle tante. “L'economia sta crescendo, e abbiamo avuto anni molto positivi. Vogliamo che questo continui, e ciò richiede che le aziende siano in grado di ottenere i lavoratori di cui hanno bisogno. Altrimenti rischiamo di vedere la crescita e il clima imprenditoriale della Danimarca soffrire”, afferma Steen Nielsen, direttore di Dansk Industri. In un nuovo sondaggio condotto su 465 aziende da DI, il 60% delle aziende con necessità di reclutamento ha risposto di aver avuto difficoltà a trovare lavoro nell'ultimo anno. "Spesso i nostri membri non sono in grado di consegnare un ordine perché non hanno abbastanza dipendenti", continua Steen Nielsen. Per molte aziende, la soluzione è quella di portare dipendenti dall'estero, ma presso Milestone Systems, il CEO Lars Thinggaard ha spesso riscontrato che è impossibile portare candidati con le giuste competenze in Danimarca. Uno degli ostacoli è il Pay Limit Scheme, che fissa il salario annuo minimo per la manodopera straniera proveniente da paesi non UE a 417.000 DKK (circa 55.909 euro all'anno). Ciò riguarda in particolare i talenti stranieri neolaureati. "Quello che ci manca in Danimarca sono lavoratori qualificati, e per permetterci di essere in grado di assumerli, il Pay Limit Scheme dovrebbe essere abbassato", afferma Steen Nielsen. DI vuole abbassare il salario minimo a 325.000 DKK (43.574 euro circa). L'elevata domanda di lavoro fa seguito ad un drastico aumento dell'occupazione danese in un breve periodo di tempo. Dopo che l'occupazione del settore privato ha toccato un minimo di 1,7 milioni nel 2011, è aumentata a 1,92 milioni nel maggio 2018 ed è ancora in aumento. (ICE STOCCOLMA)


Fonte notizia: Dansk Industri