News dalla rete ITA

28 Novembre 2018

Romania

FONDI EUROPEI 2018-2019: FINANZIAMENTI PER ATTIVITA' DI MACINAZIONE O PRODUZIONE LATTIERO-CASEARIA

Gli imprenditori romeni hanno a loro disposizione fondi europei importanti per investimenti rimborsabili fino a 2,5 milioni di euro ciascuno per le imprese implicate nella trasformazione di prodotti agricoli, come la macinazione o i prodotti lattiero-caseari.   L’Agenzia per il Finanziamento degli Investimenti Rurali ricorda che durante questo periodo sono disponibili fondi per investimenti nella trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli attraverso la sottomisura 4.2 del Programma nazionale di sviluppo rurale 2014-2020. Dei 203 milioni di euro assegnati per la sessione di quest'anno, sono state depositate domande di finanziamento pari a 116 milioni di euro. Il termine ultimo per la presentazione delle richieste è il 31 gennaio 2019, fino ad esaurimento fondi disponibili.   Al momento sono disponibili sia fondi per la creazione delle unità di elaborazione, che quelli per lo sviluppo e l’ammodernamento di queste, ha affermato AFIR (Agenzia per il Finanziamento degli Investimenti Rurali), in una versione inviata a StartupCafe.ro. Le domande di finanziamento sono presentate online sul sito AFIR (www.afir.info).   I fondi non rimborsabili per un totale di 203 milioni di euro sono forniti nell’ambito della sottosezione 4.2 “Sostegno agli investimenti nella trasformazione/commercializzazione dei prodotti agricoli” del Programma Nazionale di Sviluppo Rurale 2014-2020: per lo sviluppo e la modernizzazione delle capacità di trasformazione e commercializzazione sono assegnati 81,2 milioni di euro mentre 121,8 milioni di euro sono destinati alla creazione di nuove unità di elaborazione. Per questa sessione è stato firmato un accordo di collaborazione tra AFIR e l'Agenzia Nazionale per la Pubblicità Catastale e Immobiliare, attraverso il quale AFIR richiederà l'estratto del registro catastale afferente l’immobile, sulla base dei dati catastali iscritti dal richiedente nel modulo della domanda di finanziamento. Tramite la Sottomissione 4.2, i richiedenti possono ottenere un sostegno finanziario non rimborsabile del 50% dal totale dei costi ammissibili per le PMI e le forme associative e il 40% per le altre imprese. Il sostegno non supererà 1.000.000 euro/progetto per le PMI, 1.500.000 euro/progetto per altre imprese o 2.500.000 euro/progetto per forme associative (cooperative e gruppi di produttori). Nel caso di investimenti che portano a una catena alimentare integrata (indipendentemente dal tipo di richiedente), il finanziamento può raggiungere fino a 2.500.000 euro/progetto. (ICE BUCAREST)


Fonte notizia: HOTNEWS.RO