News dalla rete ITA

20 Febbraio 2019

Cuba

XXI FESTIVAL DELL’HABANO

Dal 18 febbraio L’Avana accoglie il Festival dell’Habano, il principale incontro internazionale dedicato agli amanti del più famoso sigaro del mondo. Il Festival dell’Habano si celebrerà fino al 22 febbraio con i marchi San Cristobal de la Habana, Hoyo de Monterrey e Trinidad quali protagonisti di questa XXI edizione cui partecipano oltre 2200  delegati provenienti da circa 70 paesi. Il XXI Festival dell’Habano è stato inaugurato, presso il Palacio de Convenciones de l'Avana, dal Vice Ministro cubano per il commercio estero Antonio Carricarte e da Justo Luis Fuentes Díaz, Presidente della Holding Tabacuba, che sta ultimando una nuova fabbrica di sigarette nella Zona di Sviluppo Speciale Mariel (ZEDM) in una joint venture con la società brasiliana Souza Cruz . L'ammontare dell'investimento è superiore a 116 milioni di dollari e la produzione dovrebbe avviarsi entro la fine di quest'anno ed arrivare a regime nell'aprile 2020. Inocente Nuñez Blanco e Luis Sánchez-Harguindey Pardo de Vera, co-presidenti della joint venture cubano-spagnola Habanos, hanno dichiarato in occasione dell'inaugurazione del Festival, riferendosi alla performance economica della JV, che nel corso del 2018, la società ha raggiunto un fatturato di 537 milioni dollari, con una crescita del 7% rispetto all'anno precedente, in virtù di 450 milioni di sigari Premium (totalmente intrecciati a mano) venduti in tutto il mondo l'anno scorso.  I primi cinque mercati della società Habanos, per volume di vendite, sono stati Spagna, Cina, Francia, Germania e Cuba. La Cina è diventata il secondo mercato più importante per Habanos, mentre per regione, l'Europa rimane il principale acquirente di questi sigari, con il 53% delle vendite in volume, seguita da Americhe (18%), Asia-Pacifico (15%) e Africa e Medio Oriente (14%). (ICE L'AVANA)


Fonte notizia: Granma