News dalla rete ITA

6 Marzo 2019

São Tomé e Principe

IMPRESA PORTOGHESE PROMETTE INVESTIRE 18 MILIONI NELLA PRODUZIONE DI POLLI

L'impresa portoghese Biaut sta negoziando con le autorità di Sao Tome e Principe, l'installazione di un'unità di produzione del valore di 18 milioni di euro, con capacità per produrre 30 tonnellate di carne di pollo all'anno."Non appena avremo il via libera dal governo, da qui a due anni. inizieremo a mangiare polli prodotti a São Tomé e Príncipe", ha detto Pedro Garcia, direttore del Sistema Tecnico del Commercio (STC), società creata nella capitale sao-tomense dalla Biaut.Pedro Garcia ha visitato la capitale sao-tomense, dove ha incontrato il Segretario di Stato per il Commercio, Eugénio Graça, e il Primo Ministro. Jorge Bom Jesus."Puntiamo anche all'esportazione, lo scopo di questa unità di produzione di pollame è non solo produrre per il fabbisogno sao-tomense, ma anche avere una capacità di produzione per l'esportazione", prevedendo una produzione annua di 1,6 milioni di polli, ha detto Pedro Garcia, al termine dell'udienza con il capo dell'Esecutivo."Stiamo parlando di un investimento dell'ordine di 18 milioni di euro in cui il nostro obiettivo non è solo quello di produrre alimenti, ma anche di trasformare la posizione socio-economica del Paese", ha spiegato.Il promotore ha assicurato che la sua impresa ha già effettuato studi di fattibilità sul mercato sao-tomense, concludendo che l'investimento è redditizio, a partire dalla produzione di 25.000 polli solo otto settimane dopo che "l'azienda abbia aperto le porte"."È stato fatto uno studio socio-economico e finanziario, è un progetto fattibile, è una necessità che esiste a São Tomé e Príncipe", ha detto. (ICE LUANDA)


Fonte notizia: J-T