News dalla rete ITA

7 Marzo 2019

Israele

IL COMUNE DI HAIFA MUOVE OBIEZIONI ALLA COSTRUZIONE DEL NUOVO PORTO

Il comune di Haifa ha mosso obiezioni alla costruzione del nuovo porto. Lo annuncia il quotidiano economico israeliano Globes. Il comune ha presentato un ricorso contro la Commissione per la pianificazione urbanistica e le costruzioni del distretto di Haifa in merito alla concessione del permesso di costruzione per il porto. Il comune afferma, infatti, che il piano per il nuovo porto metterà fine alla possibilità di espandere l'aeroporto vicino e di trasformarlo in un aeroporto internazionale. Oltre alle limitazioni che il porto imporrà all'ampliamento dell'aeroporto, il sindaco Einat Kalisch-Rotem si oppone anche alla costruzione del nuovo terminal per i carburanti, e alla crescita del settore petrolchimico nella Baia di Haifa.L'obiezione del comune causerà un ritardo di diversi mesi sulla tabella di marcia. Per questo motivo, La Israel Ports Development & Assets Company Ltd. (IPC), responsabile della costruzione del nuovo porto di Haifa Bay, è soggetta ad una possibile richiesta di risarcimento da parte della società cinese Shanghai International Port Group, che ha vinto la gara d'appalto. La compensazione potrebbe ammontare a 80 milioni di NIS per ogni anno di ritardo: 40 milioni di NIS per il ritardo nella consegna del porto e altri 40 milioni di NIS per il ritardo nello sviluppo delle infrastrutture di strade e ferrovie per il trasporto di carichi. La Commissione Nazionale di Pianificazione e Costruzione, incaricata di decidere in merito alla questione, si riunirà agli inizi del mese di aprile.  (ICE TEL AVIV)


Fonte notizia: Globes 5.3.2019