News dalla rete ITA

18 Aprile 2019

Albania - Kosovo

PREMIER HARADINAJ, PROPOSTA MODIFICA CONFINI HA FATTO PERDERE TEMPO

La discussione sulla modifica dei confini tra Kosovo e Serbia ha fatto perdere molto tempo all'Unione europea ed ai Balcani. Lo ha detto il primo ministro kosovaro Ramush Haradinaj partecipando ad un evento oggi presso il comune di Lipjan. Haradinaj, riferisce l'emittente "Rtk", ha risposto ad una domanda dei giornalisti sulle dichiarazioni del commissario Ue all'Allargamento Johannes Hahn, il quale ha fatto sapere che non escluderebbe una modifica dei confini nel caso sia Pristina che Belgrado fossero d'accordo. "Una dichiarazione che lascia aperta la possibilità di discutere i confini e il territorio è una continuazione delle politiche sbagliate da parte degli (dei leader) europei uscenti", ha affermato il premier kosovaro. Il capo del governo ha ribadito che nel prossimo summit di fine aprile a Berlino non sarà discusso alcun accordo tra Kosovo e Serbia.Secondo quanto affermato nelle scorse ore dal presidente kosovaro Hashim Thaci, in un'intervista al quotidiano britannico "The Guardian", un accordo per normalizzare i rapporti tra Kosovo e Serbia, sulla falsariga dello storico accordo tra Macedonia del Nord e Grecia, è ancora possibile nel 2019. "Dobbiamo sederci al tavolo, anche con i nostri arcinemici, ma senza alcuna precondizione, provando ad ascoltarci a vicenda", ha dichiarato Thaci in vista del summit in programma a Berlino il 29 aprile. A modo di vedere di Thaci, le esitazioni della comunità internazionale e i messaggi ambigui "hanno creato spazio per i nazionalisti e i populisti da entrambi i lati del confine".Secondo il presidente kosovaro, l'attuale situazione scoraggia anche gli investitori internazionali, mentre "solo un accordo di pace porterà prosperità" nei Balcani. Thaci ha ribadito che la demarcazione dei confini deve essere parte di un accordo finale sul reciproco riconoscimento tra Pristina e Belgrado, ma certamente "non ci possono essere frontiere su delle linee etniche" in quanto ciò "è impossibile" e "sia il Kosovo che la Serbia rimarranno degli Stati multi-etnici".Il 29 aprile è in programma un summit a Berlino: l'appuntamento vedrà coinvolti, i premier e i presidenti di Kosovo e Serbia, Ramush Haradinaj, Ana Brnabic, Hashim Thaci e Aleksandar Vucic, il cancelliere tedesco Angela Merkel e il capo dello Stato francese Emmanuel Macron. Dovrebbero essere presenti anche il presidente e il premier dell'Albania, Ilir Meta e Edi Rama. In precedenza l'emittente kosovara "Klan Kosova" ha diffuso la notizia secondo cui i vertici kosovari e serbi saranno insieme a Berlino il 29 aprile su invito della Germania e della Francia. Al centro della riunione ci sarà, sempre secondo l'emittente kosovara, anche il tema del proseguimento del dialogo fra Belgrado e Pristina facilitato dall'Unione europea. (ICE Tirana)


Fonte notizia: Fonte Agenzia Nova