News dalla rete ITA

6 Giugno 2019

Angola

FAO METTE A DISPOSIZIONE USD 15 MILIONI PER PROGETTI

L'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura (FAO), ha messo a disposizione, nel corso di quest'anno, USD 15 milioni per attuare progetti di sradicamento della fame nel Paese, ha informato, a Luanda, il rappresentante di questa organizzazione internazionale in Angola, Gherda Barreto Cajina.Il rappresentante della FAO in Angola ha parlato alla stampa alla fine di un incontro con la seconda vice-presidente dell'Assemblea Nazionale, Suzana de Melo.Attualmente sette milioni di angolani vivono sotto l'insicurezza alimentare. Secondo la fonte, il programma della fame zero si inquadra nei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (MDG) e la nuova agenda fino al 2030.I Paesi membri delle Nazioni Unite si sono incontrati nella sede a New York per adottare formalmente una nuova agenda per lo sviluppo.L'"Agenda 2030", in vigore dal 1° gennaio 2016, dovrebbe essere implementata nei prossimi 15 anni.Secondo il rappresentante della FAO in Angola, l'organizzazione lavora con progetti sul campo e sostiene politiche pubbliche per raggiungere l'obiettivo della fame zero, osservando che, per questo, sono necessarie politiche e programmi con un approccio multi-settoriale che coprano tutte le aree del società.Ha sottolineato che l'obiettivo è rafforzare il quadro normativo per il raggiungimento della disponibilità di alimenti, il consumo e l'utilizzo di alimenti e la stabilità della produzione alimentare.Ritiene che tutti gli attori nazionali dovrebbero avere questo grande impegno e l'Assemblea Nazionale deve anche ratificare tale assunto nel quadro legislativo.Secondo la rappresentante della FAO in Angola, i fronti parlamentari sono fondamentali per mettere la lotta contro la fame e tutte le forme di malnutrizione in cima all'agenda politica.La FAO, che sta conducendo gli sforzi per sradicare la fame e combattere la povertà, ha sostenuto e promosso vari forum per il dibattito sui fronti parlamentari contro la fame in diverse regioni del mondo.Composta da 194 Stati membri, più l'Unione Europea (UE) e, con una presenza in più di 130 Paesi, l'organizzazione funziona come un forum neutrale, dove tutte le nazioni che lo compongono hanno lo stesso peso nelle strategie e decisioni, poiché offre a tutti i suoi membri l'opportunità di elaborare e discutere le politiche relative all'agricoltura e all'alimentazione.La presidente della terza commissione dell'Assemblea Nazionale, Josefina Diakité, ha dichiarato di aver scambiato opinioni sul sostegno che la FAO necessita dall'Assemblea Nazionale in quanto organo legislativo per l'adozione di leggi volte a eliminare la fame e sradicare la povertà nel Paese."Come parlamentari, dobbiamo chiedere alla FAO di dare un contributo alla questione della sicurezza alimentare, del sostegno alle donne rurali e all'agricoltura familiare", ha osservato.Per voi, i deputati dovrebbero visitare i progetti sul campo della FAO sul terreno "per stabilire un partenariato che alla fine porti alla creazione di un fronte parlamentare contro la fame". (ICE LUANDA)


Fonte notizia: Angop