News dalla rete ITA

6 Giugno 2019

Angola

SETTORE BANCARIO HA AKZ 141 MILIARDI PER FINANZIARE PAC

141 miliardi di kwanzas dovrebbero essere messi a disposizione, entro la fine di quest'anno, da otto banche commerciali angolane, per finanziare il Programma di Appoggio al Credito (PAC).Il finanziamento è il risultato dei memorandum di attuazione del PAC, siglato tra il Ministero dell'Economia e della Pianificazione (MEP), il Banco di Sviluppo dell'Angola (BDA), il Fondo di Garanzia di Credito, e otto banche commerciali di diritto angolano.L'accordo mira a facilitare l'accesso al credito per i produttori che desiderano dedicarsi alla produzione dei 54 beni per ridurre le importazioni.Per il Ministero dell'Economia e della Pianificazione ha firmato il suo titolare, Pedro Luís da Fonseca, mentre per la banca hanno firmato i rispettivi responsabili.Sulla base di questi memorandum, le banche BAI, BFA e BIC prevedono di concedere 30 miliardi ciascuna, mentre la Standard Bank si impegna a fornire 20 miliardi di kwanzas, il Millenium Atlântico - Akz 15 miliardi, il Banco de Negócios Internacional - AKz 6 miliardi, la Banca Commerciale di Huambo - sei miliardi di kwanzas e la BCI - quattro miliardi di kwanzas.Il Banco di Sviluppo dell'Angola e il Fondo di Garanzia di Credito daranno priorità agli operatori economici che già producono alcuni dei 54 prodotti e intendono espandere la propria attività.Per il ministro dell'Economia e della Pianificazione, Pedro Luís da Fonseca, la firma di questi memorandum segnala l'operatività del PAC, tenendo conto della disponibilità delle banche commerciali angolane.Ha riferito che l'essenziale è stimolare un aumento significativo dell'attività del settore produttivo, riunendo l'intervento del sistema bancario e l'insieme di incentivi che il Governo mette a disposizione degli imprenditori.Oltre ai memorandum di implementazione del PAC, con le otto banche commerciali, furono firmati anche altri memorandum tra il Ministero e gli ordini professionali degli avvocati, contabili, economisti e ingegneri dell'Angola.L'inclusione di questi professionisti nel PAC è un'innovazione nel ciclo di governance del Paese e mira a raccogliere il contributo di diversi specialisti alla preparazione di progetti che beneficeranno del credito fornito dal settore bancario, ha affermato Carlos Gomes, membro dell'organo di governo dell'Ordine degli Economisti dell'Angola.Il contributo dei professionisti servirà anche a sviluppare la cooperazione istituzionale e garantire la strutturazione di una rete di fornitori di servizi, la preparazione di progetti e la strutturazione di imprese e cooperative, in particolare per le micro e piccole imprese potenziali beneficiari del PAC.La vice-presidente della Confederazione Imprenditoriale dell'Angola, Filomena Oliveira, ha considerato la consultazione sistematica, tra il Governo e gli specialisti di diverse aree, la regola basica e fondamentale per la realizzazione di progetti di sviluppo socio-economico del Paese."Questa consultazione sistematica è necessaria, compreso l'ordine di tutti i professionisti e le università", ha aggiunto.Per Saraiva Santos, membro dell'Associazione Nazionale di Acquacoltura (ANAQ), il valore da rendere disponibile è benvenuto, poiché permetterà al settore produttivo nazionale di avanzare.Il Programma di Appoggio al Credito (PAC) è un'iniziativa del Governo angolano, approvata dal Decreto Presidenziale nº 159/19, del 17 maggio, che faciliterà l'accesso al credito per i produttori che desiderano dedicarsi alla produzione di 54 prodotti della cesta basica.I 54 prodotti includono imballaggi di vetro, farina di frumento, ananas, zucchero, acqua da tavola, fagioli, uova, olio, cipolla, sale, cemento, detergenti, pannolini usa e getta, mais, farina di mais e manioca, tovaglioli, carta igienica, rotoli di carta per cucinare, latte, candeggina, manioca, mango, pasta alimentare, miele, tra molti altri.Questo progetto nasce per concretizzare il Programma di Produzione Nazionale, Diversificazione delle Esportazioni e Sostituzione delle Esportazioni (PRODESI), creato dall'Esecutivo nel 2018.Per quanto riguarda gli oneri finanziari, l'Avviso nº 4/19, del 3 aprile, del BNA ha approvato i termini e le condizioni per la concessione di crediti al settore reale dell'economia, nell'ambito della PAC, che definisce gli oneri finanziari totali, inclusi tasso di interesse e commissioni fino al 7,5% / anno per 13 filiere produttive inserite nelle 54 inscritte nel PAC. (ICE LUANDA)


Fonte notizia: Angonoticias