News dalla rete ITA

25 Giugno 2019

Romania

PREZZI BASSI: LA ROMANIA RIMANE UN PAESE ECONOMICO NONOSTANTE LA RAPIDA CONVERGENZA CON L'EUROPA OCCIDENTALE

La Romania rimane tra i paesi più economici dell'Unione europea nonostante la rapida convergenza con i paesi più ricchi dell'Europa occidentale, secondo le ultime statistiche ufficiali europee.Eurostat ha selezionato 10 principali categorie di prodotti e servizi al fine di confrontare i prezzi nei 28 Stati membri dell'UE.I dati ufficiali mostrano che la Romania ha i prezzi più bassi nell'UE per due categorie di prodotti e servizi: ricreazione e cultura (58,4% della media UE) e cibo (65,4%) e il secondo prezzo più basso per le attrezzature di trasporto personali (81,8%, dopo la Slovacchia), comunicazioni (50,8%, dopo la Polonia), ristoranti e alberghi (52,4%, dopo la Bulgaria), abbigliamento e calzature (83,2%, dopo la Bulgaria), mobili e tappeti (69,6%, dopo la Bulgaria).La Romania ha il terzo più basso costo per l'alloggio nell'UE (38,8% della media UE) e per le bevande alcoliche e il tabacco (69,6%), e il quarto per i servizi di trasporto (il 55,2%).Un rapporto Eurostat mostra che la Romania ha il cibo più economico tra i 28 Stati membri dell'UE, con il 66% dei livelli medi di prezzo.Nel 2018, il livello dei prezzi di un paniere comparabile di prodotti alimentari e bevande analcoliche nell'UE era due volte più elevato nello stato membro più costoso rispetto a quello meno costoso.La Danimarca ha avuto il più alto livello di prezzo per le bevande alimentari e non alcoliche nell'UE nel 2018, al 130% della media UE, seguita da Lussemburgo e Austria (entrambe al 125%), Irlanda e Finlandia (entrambe al 120%) e Svezia (117%).All'estremità opposta della graduatoria, i livelli dei prezzi più bassi sono stati osservati in Romania (66% dal prezzo medio a livello europeo), Polonia (69%), Bulgaria (76%), Lituania (82%), Repubblica Ceca (84%) e Ungheria (85%). (ICE BUCAREST)


Fonte notizia: notizia Business Review del 24 giugno 2019