News dalla rete ITA

17 Luglio 2019

Colombia

IL GOVERNO ASPIRA A CONCLUDERE IL SUO MANDATO CON IL 10% DELLA MATRICE ELETTRICA COMPOSTA DA FONTI RINNOVABILI

Il viceministro colombiano de Energía - Diego Mesa -, in occasione della fiera ExpoSolar 2019 ha evidenziato le grandi aspettative che sta suscitando nel Paese l’annuncio di indire nuovamente la prima gara d’appalto in materia di energia rinnovabile con l’assegnazione di contratti a lungo termine. Una delle promesse sbandierate dal Presidente Iván Duque nel corso della sua campagna presidenziale, era stata quella di apportare al sistema elettrico nazionale - prima della conclusione del suo mandato - 1.500 MW provenienti da fonti rinnovabili non convenzionali. A tale proposito va fatto presente che tale obiettivo molto probabilmente sarà conseguito da parte del Governo, grazie al successo ottenuto nella gara d’appalto bandita secondo la modalità “Por cargo de confiabilidad”, in cui sono stati assegnati con un impegno formale i lavori per la realizzazione di impianti eolici e solari  - che si stima saranno operativi a partire del 2022 -  con una capacità di 1.398 MW - necessaria per coprire il fabbisogno elettrico congiunto delle città di Cali e di Medellín -, e che si sommerà a quella esistente di circa 250 MW degli impianti già funzionanti nel Paese. Il viceministro inoltre si è dimostrato molto fiducioso sulla possibilità che l’amministrazione del suo Governo possa perfino elevare - entro la fine del periodo presidenziale - al 10% l’incidenza dell’energia da fonti rinnovabili nella matrice energetica del Paese, facendo leva soprattutto sullo sviluppo di importanti progetti eolici nella località della Guajira, con una capacità complessiva di 1.000 MW e che si prevede saranno attivi entro il 2023.    Va altresì segnalato che recentemente la multinazionale italiana dell’energia Enel, attraverso la controllata per le rinnovabili Enel Green Power Colombia (EGPC) ha inaugurato il parco solare fotovoltaico di El Paso, nel dipartimento di Cesar al nord della Colombia. L’impianto, il più grande del Paese e nel quale sono stati investiti 70 milioni di USD, rappresenta l'80% della capacità installata (86,2 MW) di energia solare in Colombia. La struttura occupa un’area di 210 ettari di terreno ed è composta da circa 250.000 pannelli solari che a regime potrà produrre 176 GWh all’anno, sufficienti per coprire il fabbisogno energetico annuo di circa 102.000 famiglie colombiane, di circa 400.000 utenti, evitando altresì l’emissione annua in atmosfera di circa 100.000 tonnellate di CO2. Va rilevato anche che la Banca Interamericana di Sviluppo (BID) contribuirà con un importo pari a 600 milioni di USD al finanziamento del costo complessivo del progetto definito CO-L1237 Programa Nacional para Asegurar un Suministro de Energía Sostenible y Eficiente, Fase II, finalizzato a sostenere gli interventi del Governo colombiano per rafforzare e migliorare la rete elettrica nazionale, composta dal Sistema Interconectado Nacional (SIN) e dalle Zonas No Interconectadas (ZNI). (ICE BOGOTÀ)


Fonte notizia: https://energiaestrategicalatam.com/efecto-subasta-el-gobierno-de-colombia-quiere-terminar-su-mandat