News dalla rete ITA

11 Settembre 2019

Argentina

L'ARGENTINA ESPORTERÀ FARINA DI SOIA IN CINA DOPO 20 ANNI DI NEGOZIATI

Il governo ha raggiunto un nuovo mercato per la farina di soia, il principale prodotto di esportazione dell'Argentina con circa 10 mld di USD all'anno. Ha firmato un accordo con la Cina per commercializzare questo sottoprodotto di semi oleosi, che rappresenta quasi il 70% delle vendite di valore del complesso della soia. L'accordo è stato raggiunto dopo 20 anni di negoziati tra le due nazioni.Finora, il paese vende grano e olio di soia in Cina. Attualmente, il 60% delle vendite di farina di soia va in Asia con il Vietnam come principale acquirente. Meno del 40% va in Europa. Ci sono anche acquirenti in Nord Africa.La Cina è il principale produttore mondiale di farina di soia. Importa circa 84 milioni di tonnellate di grano. Di questi, 73,2 milioni di tonnellate diventano farina e 71 milioni di tonnellate vengono utilizzate per l'alimentazione degli animali. La Cina ha il più grande rodeo di suini al mondo con oltre 400 milioni di capi.L'Argentina è il più grande esportatore mondiale di farina di soia (secondo la Borsa di commercio del Rosario, con 27 milioni di tonnellate che coprono il 43% del commercio mondiale) e nel settore stimano di poter esportare in Cina 5 milioni di tonnellate per USD 1,6 mld.Nel settore degli esportatori credono che la guerra commerciale della Cina con gli Stati Uniti, e la sua necessità di diversificare gli acquirenti e persino di avere più prodotti trasformati nonostante l'enorme capacità di macinazione interna e l'effetto della peste suina africana che sta causando la morte di migliaia di maiali, supportano questa proiezione delle esportazioni argentine.Infatti, per il settore industriale e la catena di soia in generale, che occupa 345.000 persone, l'apertura della Cina significa la possibilità di avere più acquirenti nella principale voce di esportazione. L'Argentina esporta farina di soia in oltre 60 mercati, petrolio in oltre 30 mercati e soia principalmente in Cina (96%), secondo le informazioni raccolte da Julio Calzada della Borsa di commercio di Rosario."Questo storico accordo per l'Argentina rappresenta una grande opportunità per entrare nel più grande mercato al mondo di proteine ​​vegetali per alimenti nel settore zootecnico. La Cina ha oltre 500 milioni di capi tra suini e bovini", ha affermato il Ministero dell'Agricoltura."La Cina è il nostro principale partner commerciale dopo l'Unione europea e abbiamo instaurato un rapporto molto profondo che ci consente di avviare e chiudere i negoziati tra i nostri paesi. L'Argentina è tornata ad essere un punto di riferimento nel mondo e questo è un nuovo passo a beneficio della catena di soia argentina", ha dichiarato il Ministro di Agricoltura, Luis Miguel Etchevehere.Nel frattempo, Ricardo Negri, presidente del Senasa (Servicio Nacional de Sanidad Animal y Vegetal), ha dichiarato: "La farina di soia è il nostro principale prodotto di esportazione ed è un orgoglio che la Cina abbia questa fiducia perché non effettuerà una visita di controllo precedente, ma 24 mesi dopo la prima spedizione dall'Argentina"."Questa grande notizia per l'Argentina sarà operativa non appena sarà rispettato l'intero protocollo. Sarà la prima volta che qualcuno esporta farina di soia in Cina", ha aggiunto Negri. (ICE BUENOS AIRES)


Fonte notizia: https://www.lanacion.com.ar/economia/campo/la-argentina-podra-exportar-harina-soja-china-nid2286384