News dalla rete ITA

8 Novembre 2019

Romania

ROMANIA: AUMENTO DEL SALARIO MEDIO NETTO A SETTEMBRE 2019

Il salario medio netto della Romania ha raggiunto 3.082 ron (650 euro) a settembre 2019, in aumento dell'1,2% rispetto al mese precedente e del 14,7% rispetto a settembre 2018, secondo i dati dell'Istituto nazionale di statistica (INS). I salari medi lordi sono aumentati dell'1,2% a settembre rispetto ad agosto, raggiungendo 5.041 ron (1063.56 euro). L'indice dei guadagni reali è stato del 110,8% a settembre 2019 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. I salari medi netti più elevati sono stati registrati per i servizi IT (1499.67 euro), mentre i redditi più bassi sono stati nella produzione di abbigliamento (371.75 euro).A settembre 2019, la maggior parte delle attività economiche ha registrato un aumento del livello degli utili medi netti rispetto ad agosto 2019, a causa di bonus occasionali (premi trimestrali / annuali / di rendimento), importi da utile netto o altri fondi (compresi i vouchers). Inoltre, gli aumenti salariali erano dovuti a livelli più elevati di produzione o di entrate, nonché a licenziamenti di personale con guadagni inferiori alla media in determinate attività economiche.Gli aumenti più significativi dei salari netti medi sono stati registrati nell'estrazione di petrolio greggio e di gas naturale (21,8%); fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati, attività editoriali, fabbricazione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (tra il 5,0% e il 10,0%);  produzione di immagini, video e programmi televisivi, programmazione di computer, attività di servizi di supporto minerario, riparazione e installazione di macchinari e attrezzature; produzione di tessuti, fabbricazione di computer, prodotti elettronici e ottici, fabbricazione di pelletteria e prodotti correlati, deposito e attività di supporto per i trasporti, altre industrie manifatturiere, trasporti terrestri e trasporto mediante condotte (tra il 2,5% e il 4,5%). bucarest@ice.it  (ICE BUCAREST)


Fonte notizia: Istituto Nazionale di Statistica insse.ro/cms/en