News dalla rete ITA

29 Gennaio 2020

Romania

LA ROMANIA REGISTRA UN DISAVANZO PUBBLICO PARI AL 4,6% DEL PIL NEL 2019

Il disavanzo pubblico della Romania ha toccato il 4,6% del PIL nel 2019, ha dichiarato il ministro delle finanze Florin Citu in una conferenza stampa del 28 gennaio.Poiché il deficit era già del 3% del PIL nel 2018 (secondo la metodologia dell'Unione europea) e non esistono ancora misure di risanamento di bilancio, la Commissione europea dovrebbe, in linea di principio, attivare la procedura d’infrazione per la Romania.Il deficit dello scorso anno è stato dello 0,2% del PIL superiore a quello previsto dal nuovo governo liberale in occasione della revisione del bilancio di novembre, principalmente a causa di eventi imprevisti tra cui il pagamento del debito storico dovuto agli investitori rumeno-svedesi Ioan e Viorel Micula e minori dividendi extra erogati da società controllate dallo stato, ha spiegato il ministro Citu, secondo News.ro locale ."C'è una decisione del tribunale, l'importo doveva essere pagato", ha detto Citu, parlando del debito pagato ai fratelli Micula - 190 milioni di euro, lo 0,09% del PIL.Il volume dei dividendi pagati dalle società controllate dallo stato è stato di 270 milioni di EUR, lo 0,12% del PIL.“Volevamo essere un partner leale, come stato, e pagare le fatture in sospeso a novembre e dicembre. Non puoi chiedere, come stato, equità da parte di società private, se non paghi i tuoi debiti ”, ha affermato il ministro. Ha ricordato che negli anni precedenti, l'obiettivo di disavanzo è stato raggiunto posticipando i pagamenti in sospeso, soprattutto negli ultimi due mesi dell'anno.bucarest@ice.it (ICE BUCAREST)


Fonte notizia: romania-insider.com