News dalla rete ITA

19 Marzo 2020

Francia - Paesi Bassi - Germania - Irlanda - Danimarca - Grecia - Portogallo - Spagna - Belgio - Lussemburgo - Svezia - Finlandia - Austria - Malta - Estonia - Lettonia - Lituania - Polonia - Repubblica Ceca - Slovacchia - Ungheria - Romania - Bulgaria - Slovenia - Croazia - Italia - Cipro

LA COMMISSIONE UE TENTA DI COORDINARE LA RISPOSTA EUROPEA AL CORONAVIRUS

Il COVID-19 rappresenta una grave emergenza sanitaria per i cittadini europei e la sua propagazione all’interno degli Stati membri colpisce in modo grave l’economia dell’Unione. Con il fine di mitigare l'impatto socioeconomico della pandemia, la Commissione europea ha delineato lo scorso 13 marzo una risposta coordinata europea con gli obiettivi di garantire le forniture necessarie ai sistemi sanitari preservando l'integrità del mercato unico, della produzione e della distribuzione; di sostenere le persone evitando che reddito e posti di lavoro vengano colpiti in modo sproporzionato e che la crisi possa avere un effetto più ampio; di supportare le imprese e garantire che la liquidità del settore finanziario possa continuare a sostenere l'economia; di consentire agli Stati membri di agire con decisione in modo coordinato, sfruttando la piena flessibilità della disciplina sugli aiuti di Stato e sul Patto di stabilità e crescita. Le misure riguarderanno più specificamente i seguenti ambiti: flessibilità della disciplina sugli aiuti di Stato; flessibilità del quadro di bilancio europeo;solidarietà nel Mercato unico; mobilitazione dei fondi dell’UE; mitigazione dell’impatto sull’occupazione; avvio della "Coronavirus Response Investment Initiative”, iniziativa tramite la quale la Commissione propone di destinare 37 miliardi di euro nel quadro dei fondi di coesione alla lotta contro la crisi provocata dal COVID-19. (ICE BRUXELLES)


Fonte notizia: ICE Bruxelles


Allegati