News dalla rete ITA

24 Marzo 2020

Ecuador

COVID -19: AGGIORNAMENTO ECUADOR - 24.03.2020

In base alla normativa vigente, sono VIETATI tutti i viaggi e gli spostamenti per turismo all’estero come sul territorio nazionale. Visita il sito www.governo.it per consultare la normativa in vigore. La dichiarazione dell’OMS con cui si classifica COVID-19 come “pandemia” sta comportando l’adozione di misure restrittive (sospensione del traffico aereo, divieto di ingresso, respingimento in frontiera, quarantena obbligatoria, accertamenti sanitari) da parte di tutti i Paesi del mondo, con scarso o nessun preavviso. SI RACCOMANDA DI EVITARE OGNI VIAGGIO/SPOSTAMENTO NON ESSENZIALE. Il rientro in Italia è consentito per ragioni di ASSOLUTA URGENZA (DPCM 22 marzo 2020). Chi rientra in Italia dall’estero deve sottoporsi ad ISOLAMENTO FIDUCIARIO per 14 giorni. In risposta all’emergenza sanitaria causata da COVID-19, le autorità locali hanno dichiarato lo stato di emergenza fino al 17 aprile. Il Ministero della Salute dell’Ecuador ha stabilito che a tutti viaggiatori provenienti da Paesi con importanti casi di contagio da COVID-19 (tra cui l’Italia) sarà richiesta una quarantena obbligatoria domiciliare di 14 giorni. La stessa misura viene applicata anche ai viaggiatori diretti alle isole Galapagos. A partire da lunedì 16 marzo è in vigore la sospensione del traffico aereo in arrivo dall'estero per 21 giorni. Si raccomanda di contattare la compagnia aerea di riferimento per informazioni sullo stato del proprio volo. Per maggiori informazioni, consultare il sito web dell'Ambasciata d'Italia a Quito www.ambquito.esteri.it, nella sezione Notizie e Comunicati Stampa. Ai connazionali temporaneamente presenti nel Paese che abbiano difficoltà a rientrare in Italia si raccomanda di contattare l’Ambasciata d’Italia a Quito. In caso di emergenza, l’Ambasciata è raggiungibile al numero +593999780861 (dall’Ecuador 0999780861).Per maggiori informazioni: http://www.viaggiaresicuri.it/approfondimento/saluteinviaggio/coronavirus/L'Italia (ICE BOGOTÀ)


Fonte notizia: www.viaggiaresicuri.it