News dalla rete ITA

9 Luglio 2020

Romania

100 MILIARDI DI EURO PER IL PIANO DI RILANCIO ECONOMICO DELLA ROMANIA DOPO LA PANDEMIA

A luglio 2020 il Governo rumeno ha lanciato il nuovo Piano nazionale di investimenti e recupero economico per far fronte alle sfide che la crisi sanitaria globale della pandemia di Covid-19 ha posto, in termini di sviluppo economico e sociale.  L'obiettivo del nuovo modello di sviluppo proposto dal governo è garantire la convergenza con le economie europee in modo che il prodotto interno lordo pro capite, a parità di acquisto standard, raggiunga l'87% della media UE27, nell'orizzonte temporale del 2025. Gli obiettivi di investimento pubblico a medio e lungo termine prevedono un programma di ampi investimenti pubblici con una dotazione di bilancio di fondi europei e nazionali, rimborsabili e non, di circa 100 miliardi di euro, tra il 2020 e il 2030. Nello specifico, 4,3 miliardi di euro saranno dedicati all'area infrastruttura e trasporti, con lo scopo di costruire 407, 3 km di autostrada. Per quanto riguarda il settore energetico, sono previsti 12,48 miliardi di euro nel quinquennio 2020-2025, al fine di migliorare la produzione, trasporto e distribuzione di gas naturali ed elettricità. L'infrastruttura sanitaria è anche essa compresa nel piano e comprende la costruzione di otto ospedali a livello nazionale e tre ospedali a livello regionale, per un totale di 1,64 miliardi di euro. È prevista, inoltre, la costruzione, modernizzazione e riabilitazione di 25 ospedali locali e 110 ospedali in città con una dotazione di bilancio di 15,5 miliardi di euro nel periodo 2021-2027. Gli investimenti nell'infrastruttura scolastica per il periodo 2021-2027 hanno come obiettivo ridurre il tasso di abbandono scolastico, aumentare la sicurezza di studenti e insegnanti nelle scuole e garantire l'accesso all'istruzione gratuito, vicino a casa, per ogni bambino. I costi di questo progetto si elevano a 12 miliardi di euro, circa. Per la modernizzazione delle comunità locali sono pianificati investimenti nelle strade regionali e locali, infrastrutture idriche e fognarie, ampliamento della rete di distribuzione di gas naturale, costruzione di unità scolastiche e centri medici, per una somma totale di 90 miliardi di euro circa, nel periodo 2021-2027. Infine, nel campo dell'agricoltura, l'obiettivo prioritario è attuare una strategia di gestione dell’acqua che si riferisce alla riabilitazione delle infrastrutture di irrigazione esistente, con un budget stimato di 3.4 miliardi di euro. Allo stesso tempo, è previsto un ripristino delle infrastrutture di drenaggio dal valore di 1,1 miliardi di euro e la realizzazione di opere di controllo dell'erosione del terreno per un valore di 500 milioni euro. Il piano nazionale di investimenti prevede, inoltre: 1. La promozione di politiche ambientali quali riduzione delle emissioni, costruzione di infrastrutture di ricarica delle macchine elettriche ed elettrizzazione dei trasporti pubblici attraverso progetti finanziati da fondi europei 2. Investimenti nello sviluppo di infrastrutture sportive, per un totale di 12 miliardi di euro, che mirano a supportare anche gli sport a livello agonistico 3. Misure di sostegno al settore del turismo per un totale di 1 miliardo di euro, messi a disposizione delle compagnie del settore turistico colpite dalla pandemia  La Romania si propone di utilizzare le risorse europee nel modo più efficiente possibile, utilizzando i fondi dal Framework Finanziario pluriennale 2021-2027, nonché quelli dei Programmi europei di risposta alle crisi COVID-19, per favorire la transizione verso un’economia sostenibile, tenendo in alta considerazione che il European New Green Deal diventerà la strategia principale di crescita economica a livello dell'Unione Europea.  (ICE BUCAREST)


Fonte notizia: governo romeno