News dalla rete ITA

12 Settembre 2020

Peru' - Cina

PERÙ: CINA CHIEDE SBLOCCO DEI SUOI INVESTIMENTI

Il Perù è oggi il più grande fornitore di rame della Cina la cui domanda, alla luce dei suoi nuovi progetti infrastrutturali,  è destinata a crescere nei prossimi anni. Per questo motivo le autorità cinesi hanno chiesto il sostegno del governo peruviano per sbloccare i processi autorizzativi di varie investimenti estrattivi cinesi nel paese  - come Río Blanco, Galeno e Chinalco - che sono attualmente in itinere. Rio Blanco (regione di Piura) e El Galeno (regione di Cajamarca), che rappresentano complessivamente un investimento pari a USD 6 miliardi, hanno completato gli studi di fattibilità e pre-fattibilità, ma non hanno ancora una data di avvio a causa di fattori tanto amministrativi quanto sociali.La terza operazione - l'ampliamento del 30% della capacità dell'impianto Toromocho (di Chinalco), del valore di 1.35 miliardi di dollari, è ancora in attesa dell'approvazione della modifica del suo studio di impatto ambientale.Tra i piani per stimolare la ripresa economica, il governo cinese punta allo sviluppo di reti 5G, linee di trasmissione elettrica ad altissima tensione, sistemi ferroviari intercity, data center, intelligenza artificiale e industriale. In tutti i casi si prevede la costruzione di milioni di stazioni di trasmissione 5G, che comportano un enorme impiego di metalli, tra cui il rame. Il Paese del Dragone intende lavorare con il Perù per ampliare ulteriormente la cooperazione in settori come l'energia e le miniere, la sanità, il commercio elettronico e transfrontaliero, le infrastrutture, i servizi finanziari e l'innovazione tecnologica.La Cina oggi rappresenta il 50% del consumo mondiale di concentrati di rame. Le esportazioni siderurgiche peruviane verso la Cina sono cresciute a luglio del 3,5% su base annua. Gli investimenti cinesi in Perù, facenti capo a circa 160 società, ammontano ad oltre 30 miliardi di dollari. (ICE SANTIAGO)


Fonte notizia: Rumbo Minero