News dalla rete ITA

16 Settembre 2020

Giordania

COVID 19 - GIORDANIA CHIUDE SCUOLE, LUOGHI DI CULTO E RISTORANTI

Il ministro della Sanità Saad Jaber ha detto che il governo sta cercando di evitare il lockdown nazionale stretto imposto in primavera, che ha portato a un basso numero di casi giornalieri su una popolazione di 10 milioni di abitanti."Queste misure sono dure, ma ci auguriamo che ridurranno le infezioni e impediranno un'epidemia di grandi dimensioni che porterebbe a un blocco totale che avrebbe conseguenze catastrofiche", ha commentato Jaber.Le restrizioni erano state revocate a giugno. Due milioni di studenti sono tornati a scuola e i voli internazionali sono ripresi questo mese, mentre le infezioni sono aumentate da venerdì a un nuovo picco di oltre 200 al giorno.Il 13 settembre il governo giordano ha segnalato 252 nuovi casi, nuovo record dall'inizio della pandemia nello scorso mese di marzo. Il Paese conta ora un totale di 3.528 infezioni e 25 morti.Il primo ministro Omar al Razzaz, da parte sua, ha auspicato che la Giordania possa evitare un blocco totale, che la fragile economia del paese non potrebbe permettersi.Il governo accusa i grandi incontri sociali e i matrimoni, che ora sono vietati, per la rapida trasmissione del virus e hanno imposto una pena detentiva di 14 giorni per i trasgressori del divieto. Più di 4.000 negozi sono stati chiusi per violazione delle norme sanitarie sull'uso della mascherina."Il comportamento irresponsabile di alcuni durante cerimonie per lutto o matrimoni ha colpito tutti", ha commentato Jaber. (ICE AMMAN)


Fonte notizia: ASKANEWS