News dalla rete ITA

17 Settembre 2020

Francia

FRANCIA: PUNTO DI CONGIUNTURA DELLA BANQUE DE FRANCE: PIL -13,8% AL 2° TRIMESTRE

Secondo l’ultimo punto di congiuntura della Banque de France, pubblicato il 14 settembre, il PIL della Francia è diminuito del 13,8% nel corso del secondo trimestre 2020. Nel mese di luglio la perdita di PIL rispetto al periodo pre-crisi è stata del -7% su una settimana tipo e le previsioni per una settimana tipo ad agosto sono del -5%. Anticipando la stabilità per settembre, la Banque de France prevede una ripresa del PIL nel terzo trimestre 2020 attorno al +16% rispetto al trimestre precedente. Nell’industria il tasso di utilizzo medio delle capacità produttive è progredito di 3 punti per arrivare al 75% in media in agosto, dopo il 72% di luglio e il 79% di prima della crisi. In settembre l’attività nell’industria, secondo l’inchiesta effettuata presso le imprese, dovrebbe essere relativamente stabile, mentre nei servizi dovrebbe essere in lieve progressione e nell’edilizia rimanere prossima del suo livello pre crisi. Le prospettive di ritorno alla normalità (ritorno durevole dell’attività ad un livello superiore o uguale al livello pre crisi) sono per il 51% degli intervistati nel 2020, per il 17% nel 2021 e per il 9% dopo il 2022 (il 23% non si esprime), anche se si rivelano scarti significativi in funzione del settore di appartenenza (ad esempio per l’horeca il ritorno alla normalità sarà più lento). https://www.banque-france.fr/statistiques/conjoncture/enquetes-de-conjoncture/point-de-conjoncture#:~:text=Point%20sur%20la%20conjoncture%20fran%C3%A7aise,niveau%20d'avant%2Dcrise.  (ICE PARIGI)


Fonte notizia: Banque de France – FT 15092020