News dalla rete ITA

21 Settembre 2020

Slovenia

COMPONENTISTICA AUTO: CHIUDE I BATTENTI LA CIMOS A MARIBOR

A causa della diminuzione delle commesse, lo stabilimento Cimos di Maribor (di proprietà della società TCH Cogeme, facente capo all’italiana Palladio Finanziaria) è costretto a sospendere le attività. La direzione offrirà ai 150 dipendenti della fabbrica pacchetti di indennità di licenziamento o l’impiego presso un’altra filiale dell'azienda in Slovenia o nella vicina Croazia, secondo quanto riferito dall'emittente statale RTV Slovenija, citando informazioni dal sindacato. L’anno scorso vi lavoravano 992 dipendenti. Il Delo riporta che la Cimos risulta essere la società del settore componentistica auto maggiormente penalizzata durante la pandemia: I suoi stabilimenti in Slovenia (oltre a Maribor anche quelli di Capodistria, Senožeče e Vuzenica) sono rimasti a lungo chiusi in primavera, interrompendo la produzione a causa del blocco del coronavirus.  I media locali hanno riferito che l'anno scorso la società di investimento italiana Palladio Holding Group stava comunque già prendendo in considerazione la vendita dell’indebitata Cimos, che la sua unità TCH Cogeme ha acquisito nel maggio 2017 dalla `` bad bank '' slovena, DUTB. Cimos produce principalmente turbocompressori e alloggiamenti per turbine, componenti per apparati propulsori, chassis e parti di carrozzeria. (ICE LUBIANA)


Fonte notizia: Il quotidiano Delo