News dalla rete ITA

11 Novembre 2020

Bolivia

BOLIVIA:MORALES RILANCIA I PIANI DI SFRUTTAMENTO DEL LITIO

Poche ore dopo il suo ritorno in Bolivia dopo un anno di esilio, l'ex presidente Evo Morales ha annunciato martedì che il presidente in carica Luis Arce, appartenente allo stesso partito, rilancerà il piano per trasformare il Salar de Uyuni nella capitale mondiale del litio. Il salar avrebbe i più grandi depositi di litio del pianeta. "Entro il 2030 avevamo programmato di installare 41 impianti, la maggior parte nel dipartimento di Potosí e una parte nel dipartimento di Oruro", ha detto. Il suo governo prevedeva di costruire otto di quegli impianti con la società cinese Xinjiang Tbea Group-Baocheng, con la quale avevano firmato accordi nel febbraio dello scorso anno. Quattro erano nel Salar de Uyuni e tre nelle saline di Coipasa e Pastos Grandes, più a nord. Morales ha rassegnato le dimissioni il 10 novembre 2019 dopo aver perso il sostegno delle forze armate a causa delle proteste per la sua controversa quarta rielezione. Poco dopo ha lasciato la Bolivia e si è rifugiato in Argentina per 11 mesi. È tornato lunedì e ha iniziato una tournee di 1.100 km dalla città di confine di Villazón, passando per diverse città nel sud della Bolivia fino alla zona di Cochabamba, dove si coltiva la coca. Per anni, fino all'arrivo del turismo, l'estrazione del sale è stata l'occupazione principale degli abitanti della zona. Nel pieno della crisi dovuta alla pandemia di coronavirus, la speranza nell'area è l'industrializzazione del litio, “oro bianco” chiave per la produzione di batterie e lo sviluppo dei veicoli elettrici. La Bolivia ha 21 milioni di tonnellate di riserve di litio, gran parte delle quali nel Salar de Uyuni. Ma questo minerale, oltre ad essere l'eterna promessa per far uscire la Bolivia dalla crisi, è stato al centro della recente crisi politica. Morales ha ribadito di essersi dimesso a causa di un "colpo di stato del litio" promosso dagli Stati Uniti contro di lui. Il litio è stato anche uno dei punti di tensione nella rielezione di Morales e motivo di scontri con i gruppi di opposizione a Potosí.   (ICE SANTIAGO)


Fonte notizia: Agencia Andina