News dalla rete ITA

21 Dicembre 2020

Costa d'Avorio

VIA LIBERA DAL ALLA SECONDA FASE DI APPLICAZIONE DELLE PREFERENZE TARIFFARIE Accordo di partenariato economico UE - Costa d'Avorio.

Il Consiglio dei ministri della Costa d'Avorio ha adottato, il Mercoledì 09/12/2020, un'ordinanza che attua la seconda fase di smantellamento tariffario nel quadro dell'Accordo di Partenariato Economico (APE) tra la Costa d'Avorio e l'Unione europea ( UE).Pertanto, dal 1 ° gennaio 2021, alcuni prodotti provenienti dall'Unione Europea verranno inclusi nelle preferenze tariffarie ritenute, ed esenti da dazi doganali all'importazione in Costa d'Avorio.Va notato che un certo numero di prodotti agricoli e prodotti trasformati non agricoli è escluso dalla procedura di smantellamento, di una durata complessiva di 15 anni, tra cui si conta, ad esempio, il pollo congelato e altre carni, la cipolla, lo zucchero, il tabacco, la birra, alcuni cementi e la maggior parte dei tessili. Questi prodotti verranno, quindi, tassati all’import, applicando la tariffa comune ai confini esterni ECOWAS.Le preferenze tariffarie comprendono le attrezzature industriali (pompe, generatori, turbine, ecc.), trattori e prodotti chimici, o componenti indispensabili alle industrie ivoriane, in tal modo da incentivare la produzione locale.Secondo il Rapporto 2018 sull'attuazione dell'APE in Costa d'Avorio, l'UE ha esportato verso la Costa D'Avorio, merci di un valore complessivo di 2 745,4 milioni € in Costa d'Avorio, compresi aerei, macchinari e dispositivi meccanici ed elettrici, veicoli, combustibili minerali e farmaci. Mentre le importazioni, di un valore di 4 403,6 milioni €, risultano principalmente di cacao, caffè e derivati, combustibili minerali, gomma e articoli in gomma, noci, frutta (soprattutto banane) e conserve di pesce. (ICE ACCRA)


Fonte notizia: COMMODAFRICA