News dalla rete ITA

15 Gennaio 2021

Mozambico

MOZAMBICO SPINGE TOTAL A RIAVVIARE IL PROGETTO DA 20 MILIARDI DI DOLLARI

Il Mozambico vuole che la Total riprenda rapidamente i lavori relativi al progetto di gas naturale liquefatto da 20 miliardi di dollari, nonostante i timori che l'insicurezza possa portare a un ritardo prolungato, ha detto il ministro dell'energia del Mozambico. Da tre anni una rivolta islamica sta avendo luogo nella provincia di Cabo Delgado e si è intensificata negli ultimi mesi, con attacchi avvenuti vicino all'area di concessione della Total. L'azienda francese, questo mese, ha sospeso la costruzione e ha iniziato a evacuare il personale. Il Mozambico sta valutando le offerte di diversi paesi, tra cui Francia, Portogallo e Stati Uniti, per aiutare a combattere gli insorti legati allo Stato Islamico, i cui attacchi hanno provocato la morte di quasi 2.500 persone e causato la fuga di 570.000 persone dalle loro case. Il governo vuole porre fine a qualsiasi interruzione degli investimenti nel gas che ci si aspetta che trasformeranno uno dei paesi più poveri del mondo. La produzione di gas nel progetto della Total dovrebbe iniziare nel 2024. "Stiamo lavorando con Total per riprendere le attività", ha detto al telefono Max Tonela, ministro delle risorse minerarie e dell'energia. "Non c'è ancora alcuna indicazione di una modifica alla pianificazione." Senza un piano annunciato pubblicamente su come porre fine all'insurrezione, la ripresa dei lavori potrebbe essere ritardata di mesi, secondo Eurasia Group. "È improbabile che la compagnia riesca a garantire la propria protezione armata nel sito poiché è probabile che il gabinetto del presidente Filipe Nyusi continui a insistere sul pieno controllo di tutte le operazioni armate", ha detto Eurasia in un rapporto martedì scorso. "Tuttavia, è probabile che le operazioni riprendano una volta concluse le trattative a febbraio o marzo, dato l'impegno dell'azienda nel progetto". La scorsa settimana, IHS Markit ha affermato che la violenza potrebbe ritardare la produzione di almeno un anno. La probabilità di una risposta efficace del governo nei prossimi 12 mesi è bassa e l'insurrezione probabilmente si espanderà quest'anno, hanno detto in una nota gli analisti di IHS Markit Eva Renon e Langelihle Malimela. Total non ha commentato pubblicamente un possibile ritardo. La Comunità per lo sviluppo dell'Africa meridionale (SADC) ha rinviato a tempo indeterminato un incontro programmato la prossima settimana per porre fine all'insurrezione, secondo quanto riferito dall'agenzia di stampa portoghese Lusa mercoledì scorso. Il vertice non avverrà in parte a causa di un aumento dei casi di coronavirus in Mozambico, dove si sarebbe tenuto. Il consorzio Total-led prevede di trarre profitto dall'aumento della domanda di GNL man mano che paesi, tra cui Cina e India, abbandonino la combustione del carbone. Il Mozambico prevede di raccogliere fino a 96 miliardi di dollari di entrate in 25 anni dal progetto e dagli investimenti separati di ExxonMobil Corp. ed Eni SpA. (ICE MAPUTO)


Fonte notizia: Bloomberg