News dalla rete ITA

19 Aprile 2021

Germania

IL BOOM DELL’E-COMMERCE PER L'AGROALIMENTARE CRESCE ANCHE NEL 2021

La crescita nelle vendite online, inizialmente dovuta al diffondersi del coronavirus nel 2020, sta continuando con gli stessi ritmi anche nel 2021. Il primo trimestre dell’anno ha dato un'ulteriore spinta in avanti al “boom” dell’e-commerce. Particolarmente alto il tasso di crescita nel settore farmaceutico e in quello agroalimentare. L'“effetto coronavirus” si sta trasformando in una tendenza a lungo termine per le vendite online. Come annunciato nell’ultimo report della BEVH (l’associazione tedesca per il commercio online) tra gennaio e marzo 2021, il settore dell'e-commerce ha visto una crescita del 28%, raggiungendo un fatturato di più di 21 miliardi di euro. Tuttavia, la crescita dei primi tre mesi del 2021 appare straordinaria anche a causa della stagnazione dell'e-commerce nel primo trimestre del 2020. A questo proposito si legge nel report: "Se il primo trimestre del 2020 avesse mantenuto il tasso di crescita precedente, nel primo trimestre del 2021 la crescita sarebbe stata del circa 17%, secondo le stime. Indipendentemente dall’effetto Covid, diverse categorie di prodotti hanno visto un vero e proprio boom di vendite. L’incremento più sostanziale è stato quello del settore agroalimentare con l'85% in più, anche se il settore occupa uno spazio relativamente piccolo dell'e-commerce nel suo complesso. Nel primo trimestre del 2021, un totale di 666 milioni di euro di prodotti alimentari sono stati ordinati online. Un livello record è stato raggiunto anche nel settore farmaceutico, con una crescita del 62% e un fatturato di 785 milioni di euro di vendite trimestrali nel canale online. Durante il trimestre, il fatturato dell’e-commerce è cresciuto anche per altri settori, i quali occupano uno spazio maggiore e si trovano in livello già “superiore” di fatturato. Le vendite online di elettrodomestici sono cresciute del 58% e i beni dell’elettronica di consumo, come i computer, accessori e software hanno raggiunto un fatturato di 2 miliardi di euro solo nel primo trimestre, una crescita del 42% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Infine, a causa dei negozi ancora chiusi, sono aumentate le vendite online anche per l’abbigliamento: una crescita del 30% e un fatturato di circa 4 miliardi di euro per primi tre mesi del 2021. Secondo i l report, continua a crescere anche la domanda per le decorazioni, in particolare quelle “fai-da-te” per casa o ufficio. L’unica perdita drammatica per l’e-commerce, è stata quella causata dalla mancanza di prenotazioni online per viaggi ed eventi. Nei primi tre mesi del 2021, questi hanno generato solo 1,13 miliardi di euro: un calo del 70,9% delle entrate rispetto all'anno precedente. (ICE BERLINO)


Fonte notizia: Lebensmittelzeitung