News dalla rete ITA

3 Maggio 2021

Germania

I TRADE-OFF DELLA GALERIA KARSTADT KAUFHOF

La Galeria Karstadt Kaufhof potrebbe essere nuovamente vittima della terza ondata di Corona. Infatti dopo la concessione di un prestito subordinato di 460 milioni di euro a febbraio da parte del governo tedesco per sopperire alla mancanza di liquidità, la necessità di ulteriori aiuti statali non è da escludere. Dal punto di vista del CEO della catena di department store, Miguel Müllenbach, l’erogazione di fondi aggiuntivi si giustifica nell’ottica strumentale di mezzo per il superamento delle continue chiusure nel settore del commercio al dettaglio: 75 dei circa 130 negozi della Galeria Karstadt Kaufhof sono attualmente chiusi, e la tendenza è in aumento. A ciò si somma l'attuale blocco degli scambi che spinge le aspettative a rivolgersi verso le grandi campagne promozionali e di sconti pensate per ridurre, da un lato, il volume di inventario accumulato nei magazzini e, dall’altro, per diminuire la pressione sulle merci e sui prodotti tessili.Le opinioni manifestate dalle istituzioni rivelano però ulteriori elementi di contrasto: se l'associazione tedesca del commercio al dettaglio aveva accolto con favore l'aiuto statale per il gruppo di grandi magazzini, sottolineando la sua importanza per i centri urbani, critiche marcate sono giunte dalla Commissione dei Monopoli, organo consultivo di governo, la quale ha espresso dubbi in materia di sostenibilità del salvataggio finanziario soprattutto per l’obsolescenza e per la carenza di digitalizzazione dei punti vendita.  I contributi statali si basano sulla loro natura compromissoria e le conseguenze impattano direttamente anche sulle strutture del gruppo commerciale: riduzione degli stipendi del top management, revisione della politica di ripartizione dei dividendi e il posticipo di eventuali acquisizioni sono solo alcuni dei cambiamenti richiesti.  (ICE BERLINO)


Fonte notizia: textilwirtschaft.de