News dalla rete ITA

29 Luglio 2021

Albania - Kosovo

“MINI-SCHENGEN” DIVENTA “OPEN BALKAN”

Al termine del Forum per la cooperazione economica regionale svoltosi oggi a Skopje, Albania, Macedonia del Nord e Serbia hanno firmato un accordo e due memorandum. L'accordo riguarda i casi di calamità naturali e la disponibilità a sostenere gli Stati, per l'assistenza reciproca. Firmati anche due protocolli d'intesa. Il primo riguarda la facilitazione delle importazioni e delle esportazioni, quindi l'eliminazione delle barriere alle frontiere e il miglioramento della cooperazione economica. L'altro memorandum riguarda il mercato del lavoro, le modalità per facilitare la circolazione delle persone e il processo di rilascio dei permessi di lavoro per il soggiorno temporaneo. Il primo ministro albanese Edi Rama ha affermato che i paesi non dovrebbero rimanere ostaggi del passato. Al termine del Forum e dopo la firma degli accordi, il Primo Ministro macedone Zoran Zaev, il Primo Ministro albanese Edi Rama e il Presidente serbo Aleksandar Vucic hanno annunciato ufficialmente il nome dell'iniziativa per la cooperazione tra i paesi dei Balcani occidentali. L'iniziativa che fino ad oggi era conosciuta come “mini-Schengen” è stata ora denominata “Open Balkan”. Critico il governo del Kosovo che ha reagito al "mini-Schengen" rilasciando una nota scritta alla stampa nella quale dichiara di non approvare l'iniziativa e rilanciando invece l'avanzamento della cooperazione regionale dal CEFTA al SEFTA, secondo il modello EFTA-SEE, di cui beneficerebbero contemporaneamente tutti i Paesi dei Balcani occidentali.Il governo del Kosovo ha inoltre invitato i leader della regione a impegnarsi solo per l'agenda europea e nelle relazioni transatlantiche.  (ICE PRISTINA)


Fonte notizia: EU media monitoring