News dalla rete ITA

20 Settembre 2021

Germania - Irlanda - Belgio - Svizzera - Italia - Stati Uniti

IL SURPLUS COMMERCIALE DELL'UE NEL SETTORE DEI PRODOTTI CHIMICI RAGGIUNGE I 178 MILIARDI € NEL 2020

Nell'ultimo decennio, il surplus commerciale dell'UE nel settore dei prodotti chimici nei confronti dei Paesi terzi è aumentato, passando da 88 miliardi di euro nel 2010 a 178 miliardi di euro nel 2020. Ciò equivale a una crescita media annua del 7%.L'anno scorso sono stati importati da Paesi dell'UE prodotti chimici per un valore di quasi 233 miliardi di euro, con un aumento di 79 miliardi di euro dal 2010. Ad eccezione del 2013 e del 2020, le importazioni di prodotti chimici sono aumentate ogni anno nell'arco degli ultimi 10 anni, con una crescita media annua nell'intero periodo del 4%.Le esportazioni di prodotti chimici dell'UE sono state quindi superiori alle importazioni, aumentando notevolmente da 242 miliardi di euro nel 2010 a 411 miliardi di euro nel 2020. La crescita media annua delle esportazioni in tale periodo è stata del 5%.Tra i paesi dell'UE, la Germania è stata il maggior esportatore di prodotti chimici nei Paesi extra-UE nel 2020 (105 miliardi di euro) seguita da Irlanda (55 miliardi di euro) e Belgio (51 miliardi di euro). Sempre nel 2020, l'UE ha esportato prodotti chimici per un valore di 51 e 50 miliardi di euro rispettivamente in Svizzera e negli Stati Uniti, le principali destinazioni extra-UE. Infine, l'UE ha registrato un avanzo commerciale nei confronti di 8 dei 10 maggiori partner commerciali, con gli Stati Uniti (61 miliardi di euro) in testa, seguiti da Russia (13 miliardi di euro) e Regno Unito (11 miliardi di euro). Il report è disponibile al seguente link. (ICE BRUXELLES)


Fonte notizia: Sito web Eurostat