News dalla rete ITA

3 Novembre 2021

Romania

L’INDUSTRIA DEI VIDEOGIOCHI IN ROMANIA – SVILUPPO INASPETTATO

L’industria dello sviluppo di videogiochi sta registrando una costante crescita sul mercato romeno. Alla fine dell’esercizio 2020 il fatturato è aumentato del 19%, raggiungendo un totale di circa 2 milioni di Euro.  Giochi molto conosciuti sono sviluppati in Romania, ad esempio Legion e FIFA21 creati in studi già noti nel panorama internazionale. Altri studi indipendenti hanno creato nel 2020 titoli riconosciuti: Door Kickers 2: Task Force North, Zombieland: AFK Survival o Football Rivals. Sin dal 2018 si osserva una tendenza positiva e incoraggiante. La distribuzione geografica degli studi è piuttosto disomogenea: 52% degli studi rumeni si trovano a Bucarest, il 15% a Cluj-Napoca, il 5% a Iași, il 5% a Timișoara e il 3% a Brașov. Un altro 20% degli studi è attivo in città più piccole come Botoșani, Târgu Mureș, Alessandria, Brăila o Turda. Tra questi quasi il 70% hanno una licenza originale, mentre il 7.5% si dichiarano fornitori di servizi o sviluppatori part-time. Sul mercato esistono solo 3 società specializzate nell’infrastruttura di gioco. Le aziende attirano finanziamenti con grando successo (53%), segno di un'industria locale matura secondo l’Associazione degli sviluppatori di videogiochi. Il mercato è importante anche per il numero di persone impiegate negli studi locali, più di seimila alla fine del 2020. La crescita ha determinato anche un notevole interesse da parte degli investitori stranieri che hanno acquisito alcuni studi o anni aperto grandi uffici in Romania. (ICE BUCAREST)


Fonte notizia: https://www.romania-insider.com/ro-video-games-report-oct-2021