News dalla rete ITA

23 Giugno 2022

Albania

PROGETTO DI LEGGE PER I PARCHI TECNOLOGICI

Il passaggio dall'economia tradizionale a quella digitale, trend globale, in Albania sarà sostenuto dalle istituzioni statali attraverso la realizzazione di parchi tecnologici e scientifici. Il disegno di legge "Sull'istituzione e il funzionamento dei parchi tecnologici e scientifici", redatto dal Ministero delle finanze e dell'economia, è stato recentemente approvato dalla Commissione Parlamentare per l'Economia e le Finanze. E' previsto che i parchi tecnologici abbiano lo status di zona franca doganale. Il Direttore Generale della Albanian Investment Corporation (AIC), Ermal Frashëri, presente alla Commissione, ha annunciato che l'obiettivo è di accelerare lo sviluppo economico, attirando capitali esteri e nazionali dedicati allo sviluppo di nuove tecnologie da applicare nel mercato nazionale, nonchè di aumentare la concorrenza e il livello di occupazione nell'interesse pubblico. Gli immobili in cui verrà realizzato ciascun parco saranno dati in uso dal committente dopo la conclusione del contratto di locazione, per un periodo non inferiore a 20 anni, approvato con delibera del Consiglio di Ministri. Lo sviluppatore godra' inoltre della facolta' di subattittare l'immobile all'utente finale.Nello specifico:- le varie formalità e procedure relative all'ingresso e all'uscita delle merci verso/dal parco per la realizzazione del “prodotto innovativo” saranno espletate secondo quanto previsto dal Codice Doganale;- le forniture di beni albanesi destinati ad essere collocati nel parco, che serviranno per la realizzazione del “prodotto innovativo", saranno considerate forniture per export con aliquota 0%, secondo quanto previsto dalle leggi relative all'Imposta sul Valore Aggiunto e alla legislazione doganale; - l'aliquota dell'Imposta sugli Utili sara' 0% per 15 anni consecutivi per i redditi generati dalle attività che si svolgeranno nel parco; - gli stipendi del personale che lavorera' alla ricerca e sviluppo saranno esenti da tutte le tasse per un periodo di 10 anni; - i beni, le attrezzature e i servizi utilizzati nel parco saranno esenti da IVA, dalla tassa sull'impatto infrastrutturale e dall'imposta sugli immobili per un periodo di 10 anni per le opere realizzate nel parco; - le spese di formazione per il personale scientifico e tecnico del Parco potranno essere parzialmente rimborsate dallo Stato, secondo i rispettivi criteri, regole e procedure che saranno approvate con delibera del Consiglio dei Ministri.Fonte: Agenzia Telegrafica Albanese (ICE TIRANA)


Fonte notizia: Agenzia Telegrafica Albanese