News dalla rete ITA

15 Luglio 2022

Svizzera

VENDITE VEICOLI COMMERCIALI IN FORTE FLESSIONE

Vendite di veicoli commerciali e camper in netto calo in Svizzera: nei primi sei mesi del 2022 hanno lasciato i concessionari 18'416 furgoni, camion, bus e autocaravan, il 18% in meno dello stesso periodo dell'anno scorso. Rispetto al 2019 pre-pandemico la flessione è del 22%. A pesare sono i problemi delle catene di approvvigionamento: già presenti dall'inizio della pandemia, si sono ulteriormente acuiti con lo scoppio della guerra in Ucraina, spiega l'organizzazione degli importatori Auto-Svizzera in un comunicato odierno. Nel segmento dei veicoli commerciali leggeri la contrazione su base annua è del 20% (a 12'532), mentre per i camion la flessione si attesta al 10% (a 1712). Anche in questo caso il confronto con i mesi gennaio-giugno 2019 è impietoso: i cali sono rispettivamente del 27% e del 35%, sottolinea il portavoce dell'organizzazione Christoph Wolnik, citato nella nota. Nel ramo dei veicoli di trasporto di persone si assiste a una contrazione annua del 13% (a 4172), ma rispetto a tre anni or sono viene osservata una progressione pari a un analogo 13%. Questa altalena di dati è dovuta ai camper, che hanno vissuto dapprima un boom, in seguito allo scoppio della crisi del coronavirus, ma che si trovano ora a subire pesantemente le difficoltà di fornitura. "Un miglioramento della situazione dell'offerta nell'anno in corso è piuttosto improbabile, sia per gli autocaravan che per l'intero comparto commerciale", si rammarica Wolnik. Calcolando anche le 109'600 automobili (dato già comunicato a inizio luglio), nei primi sei sono entrati in circolazione 128'016 nuovi veicoli a motore, con un decremento su base annua del 13%. (ICE BERNA)


Fonte notizia: SWISSINFO