News dalla rete ITA

23 Settembre 2022

Spagna

I CENTRI COMMERCIALI RAGGIUNGONO LE VENDITE PRE-PANDEMIA

Il settore dei centri commerciali in Spagna conferma la sua ripresa e, secondo i dati dell'associazione spagnola di riferimento (AECC), nella prima metà del 2022 sono state raggiunte le vendite registrate nello stesso periodo dell'anno 2019, prima dello scoppio della pandemia di Covid-19.Per quanto riguarda gli afflussi, sono ancora del 17,5% inferiori a quelli del 2019, il che indica che l'acquisto medio per visita è aumentato. Continua così il trend di ripresa che ha caratterizzato tutto il 2021 e, confrontando i dati del 2022 con il primo semestre dello scorso anno, l'aumento delle vendite è del 25,8% e quello degli afflussi del 20,4%.Per settori, le vendite di moda e accessori sono aumentate del 7% rispetto al 2019 e del 32,1% quelle degli articoli per la casa. Da evidenziare che anche la ristorazione registra dati positivi, in aumento del 3,1% nel confronto con il primo semestre 2019. Comparando i primi sei mesi dello scorso anno (2021), l'aumento è del 56,6% nella ristorazione, del 14,7% negli articoli per la casa e del 36,2% nella moda e accessori.Relativamente agli investimenti, si osserva un maggiore interesse per i centri commerciali con 16 operazioni effettuate nel semestre per un volume complessivo di oltre 1.000 milioni di euro.Altro aspetto importante in termini di investimenti sono le ristrutturazioni che si prevede raggiungano almeno 23 centri commerciali, per un totale di quasi un milione di metri quadrati di superficie.I dati riflettono quindi che, nonostante il difficile contesto economico che sta attraversando la Spagna, il settore continua a mostrare grande forza e si conferma la ripresa iniziata nel 2021.Attualmente ci sono 571 centri commerciali in Spagna che generano 794.000 posti di lavoro diretti e indiretti. Nei prossimi mesi si prevede l'inaugurazione di nuovi progetti. (ICE MADRID)


Fonte notizia: FINANCIAL FOOD