News dalla rete ITA

26 Settembre 2022

Slovenia

ANDAMENTO DI EXPORT E IMPORT DI LEGNAME NEL 2021.

La Slovenia è il terzo Paese in Europa, dopo Finlandia e Svezia, ad avere piú del 60 percento del proprio territorio ricoperto di foreste, e pertanto l’industria della lavorazione del legno ha sempre rivestito un’importanza notevole. In base agli ultimi dati di Invest in Slovenia, relativi al 2021, Il settore occupa circa 12.100 addetti in quasi 1.143 aziende. Il paese è da tempo impegnato a migliorare la catena della lavorazione del legno e delle attività forestali, che inizia dai proprietari e dai gestori delle foreste e termina con le industrie di lavorazione del legno ed i mobilifici.  Secondo i dati pubblicati nei giorni scorsi dall’Istituto Sloveno di Statistica, nel 2021 le esportazioni slovene di legname in tronchi sono diminuite di circa il 14% rispetto all'anno precedente, mentre le importazioni sono leggermente aumentate. Le esportazioni di legno tondo sono ammontate a 1,35 milioni di metri cubi e sono state quasi il 14% in meno rispetto all'anno precedente. Nel gruppo del legno industriale tondo, l'export di conifere è diminuito del 36%, mentre l'export di legno duro è aumentato di circa il 15%. La legna da ardere è stata esportata in quantità quasi uguale a quella del 2020. Le importazioni sono state invece  leggermente superiori, avendo registrato un import pari a 0,89 milioni di m3 di legname tondo, ovvero quasi il 4% in più nel confronto annuale. Le importazioni industriali di legno tondo sono state quasi le stesse dell'anno precedente, con le importazioni di legno tenero in calo di quasi l'8% e le importazioni di legno duro di circa il 34%. Anche l'importazione di legna da ardere è stata superiore, con un valore del 28%. (ICE LUBIANA)


Fonte notizia: Istituto Sloveno di Statistica