News dalla rete ITA

30 Settembre 2022

Slovenia

APPROVATA LA LEGGE SULLA PROTEZIONE DEI CONSUMATORI.

L'Assemblea Nazionale slovena ha approvato un nuovo disegno di legge sulla protezione dei consumatori, recependo tre direttive dell'UE e introducendo nella legislazione slovena nuove disposizioni su rimedi, fornitura di contenuti digitali ed etichettatura equa di beni di qualità diversa. Il nuovo disegno di legge mira a fornire un elevato livello di protezione dei clienti, nonché mercati stabili, efficienti e adeguatamente sorvegliati. Secondo il Ministro dell'Economia Matjaž Han, ripreso dall’Agenzia di Stampa STA, viene così sostituita l'attuale legge sulla protezione dei consumatori e la legge contro le pratiche commerciali sleali, garantendo una protezione dei clienti di alto livello senza gravare inutilmente sull'economia. Viene introdotta una serie di misure per quanto riguarda la non conformità dei beni: i consumatori potranno ora recedere dal contratto di acquisto se la non conformità si verifica entro 30 giorni dall'esecuzione della vendita senza dover prima presentare istanza di riparazione o sostituzione. Un'altra novità è il diritto di regresso del venditore che potrà presentare un reclamo da parte del consumatore contro l'anello responsabile nella catena di approvvigionamento. Il disegno di legge propone anche emendamenti all'accordo sulla fornitura di contenuti e servizi digitali, indicando le responsabilità delle aziende nel fornire aggiornamenti chiave e su come procedere quando un consumatore si impegna a fornire informazioni personali in cambio dell'ottenimento di contenuti o servizi digitali. Inoltre, sarà vietata la doppia qualità delle merci, il che significa che le merci di qualità diverse dovranno essere etichettate di conseguenza invece di utilizzare le stesse etichette. Viene fatta maggiore chiarezza sulla responsabilità delle aziende su come e quando indicare l'originale e i prezzi ridotti dei prodotti in vendita. Ci sono anche nuove disposizioni sui mercati online, che ora dovranno fornire ai consumatori informazioni sui parametri utilizzati per classificare le offerte e sugli adeguamenti dei prezzi basati su processi decisionali automatizzati, ad esempio sulla profilazione dei consumatori. La piattaforma dovrà anche rivelare quando un ranking più alto di un prodotto è il risultato di un pagamento effettuato dal venditore alla piattaforma, vietando così la pubblicità nascosta. Le nuove fatture mantengono la garanzia obbligatoria di un anno del produttore per i beni tecnici, dando al rivenditore e al consumatore il diritto ad ottenere dal produttore la riparazione gratuita di un difetto nel prodotto. Il produttore dovrà inoltre fornire servizi post-vendita a pagamento per tre anni dopo la scadenza della garanzia. (ICE LUBIANA)


Fonte notizia: media locali