News dalla rete ITA

13 Ottobre 2022

Libano

SEI LIBANESI TRA I 30 GIOVANI PIÙ INFLUENTI DEL MEDIO ORIENTE

Sei libanesi sono inseriti nella quinta edizione della lista "30 Under 30" di Forbes Middle East, che individua i 30 giovani sotto i 30 anni più influenti e promettenti del mondo arabo, suddivisi in sei categorie: sport, commercio, scienza e tecnologia, finanza, creatività e impatto. Le persone selezionate sono state scelte in base al loro potenziale e al loro impatto nei rispettivi settori e sulla società. Sono stati presi in considerazione anche dati come fondi raccolti, premi vinti, entrate realizzate e numero di clienti e iscritti sui social network. I sei libanesi selezionati sono:  Jad Antoun (28 anni, categoria scienza e tecnologia) è co-fondatore e CEO della start-up Huspy, lanciata nel 2020 con l'obiettivo di aiutare le persone che desiderano acquisire un alloggio, durante la fase di ricerca, finanziamento o acquisto. Huspy è riuscito a raccogliere 37 milioni di dollari finora. Mohammad Bekdache (29 anni, categoria commerciale) è il co-fondatore dell'azienda Dingbats Notebooks, specializzata nella produzione e commercializzazione di quaderni, penne e zaini ecologici, e che dona il 2% delle entrate generate al Regno Unito al World Wide Fund for Nature.  Ely el-Khoury (29 anni) e Rudy Wehbé (27 anni, categoria creativa) sono co-fondatori dell'agenzia creativa Digital SocioPath, responsabile delle campagne pubblicitarie digitali per conto dei principali clienti, tra cui McDonald's, Elie Saab, Bioderma ed Expo 2020 Dubai e celebrità come Elissa, Nadine Njeim e Najwa Karam. Il duo ha appena lanciato la sua seconda agenzia, MetaPath, specializzata nella creazione di mondi virtuali per i propri clienti.  Wadah Malaeb (28 anni, categoria di impatto) è il fondatore della start-up biotecnologica DLOC Biosystems, che sviluppa tecnologie mediche per prevedere con precisione l'efficacia dei farmaci nelle sperimentazioni sull'uomo. Questa tecnologia dovrebbe rendere gli studi clinici più economici e sicuri.  Secondo Forbes Middle East, Ramzi Mallat (26 anni, categoria creativa) è uno degli artisti più giovani a tenere una mostra personale al Palazzo dell'UNESCO a Beirut. È stato selezionato per una prossima residenza d'artista con la Nirox Foundation a Johannesburg, in Sud Africa, nel luglio 2023 e terrà mostre personali a Londra presso la Danuser & Ramirez Gallery nell'ottobre 2022 e la P21 Gallery nell'ottobre 2023. Grazie a queste sei menzioni, Libano è il secondo Paese più rappresentato tra quelli del Medio Oriente, dietro l'Egitto e davanti a Oman e Arabia Saudita.   (ICE BEIRUT)


Fonte notizia: L'Orient le Jour