News dalla rete ITA

8 Novembre 2022

Argentina

ARGENTINA: MASSA PROMETTE UN DOLLARO DIFFERENZIALE PER LE ECONOMIE REGIONALI

Il Ministro dell'Economia, Sergio Massa, ieri ha illustrato alcune misure per affrontare la situazione climatica avversa che sta attraversando la campagna argentina, tra gli effetti della mancanza di precipitazioni e delle gelate tardive. L'evento si è tenuto presso la sede della Stazione Sperimentale INTA di Luján de Cuyo, a Mendoza. Massa era accompagnato dal governatore provinciale, Rodolfo Suárez, dal capo di gabinetto dei consiglieri della Segreteria dell'Agricoltura, Juan Manuel Arocena, e dai ministri dell'Agricoltura e della Produzione di La Pampa, Mendoza, La Rioja, Neuquén, Jujuy, San Juan e Catamarca. Tra le principali misure, il ministro ha parlato dell'attuazione di un programma di "Promozione delle esportazioni" per le economie regionali, attraverso il quale, come è accaduto lo scorso settembre con i semi di soia, ci sarà un differenziale in dollari tra il 20 di questo mese e il 30 dicembre, potendo così compensare le perdite causate dalle gelate tardive della scorsa settimana. Va ricordato che nel caso del "dollaro soia", il sistema implementato con un dollaro di 200 dollari, su cui il governo ha applicato una ritenuta del 33%, ha permesso a produttori ed esportatori di vendere finora circa 11 milioni di tonnellate di soia per un valore superiore a 6.000 milioni di dollari, una cifra che ha rappresentato un record storico in termini di esportazioni agroindustriali in un mese. Per accedere ai benefici del Piano di promozione delle esportazioni per le economie regionali, queste dovranno far parte del programma "Prezzi equi", attraverso il quale il governo assicura "l'offerta e il mercato interno" per le diverse produzioni. "Ci deve essere un accordo tra produttori ed esportatori, in modo che il beneficio raggiunga il settore primario e non solo i profitti per il settore delle esportazioni", ha detto Massa durante il suo discorso, anche se non ha fornito dettagli sul livello del tasso di cambio differenziale. Fonti ufficiali consultate da questo giornale hanno dichiarato che "sarà un dollaro competitivo". A tutto questo, Sergio Massa ha aggiunto: "Siamo in emergenza e dobbiamo aiutare le economie regionali, e tutto questo deve costringerci a lavorare insieme, al di là delle alleanze politiche". Anche il governatore di Mendoza si è espresso sulla stessa linea: "Accolgo con favore questo evento di dialogo, consenso e lavoro congiunto per l'attuazione delle politiche pubbliche, in mezzo a molta incertezza con un'economia che non riesce a trovare la sua strada", ha detto Rodolfo Suárez. D'altra parte, è stato annunciato che il Ministero dell'Economia effettuerà trasferimenti alle province colpite dalle gelate tardive per un ammontare di 1,5 miliardi di pesos in contributi a fondo perduto, che saranno controllati dall'Istituto Nazionale di Tecnologia Agraria (INTA) e da ciascuno dei ministeri della produzione della Segreteria dell'Agricoltura. Secondo il portafoglio agricolo, il contributo sarà utilizzato per finanziare la ripresa produttiva e sarà attivato quando le province presenteranno le stime dei danni, il numero di produttori colpiti e la loro stratificazione produttiva. Verranno inoltre implementate linee di finanziamento. Da un lato, con un Fondo totale di 1.500 milioni di dollari messo a disposizione dalla Banca BICE e dal Banco de la Nación Argentina per una durata di 60 mesi, al fine di assistere fino a 5.000.000 di dollari per piccolo produttore, con un periodo di grazia di 18 mesi e a un tasso fisso del 49%. "Il Ministero dell'Agricoltura fornirà anche garanzie per l'accesso al credito in base al livello di produzione colpito: 100% per la produzione colpita oltre l'80%, 75% per la produzione colpita oltre il 50% e 50% per la produzione colpita meno del 50%", ha commentato il Ministero dell'Agricoltura. (ICE BUENOS AIRES)


Fonte notizia: Giornale www.infobae.com 07/11/2022