News dalla rete ITA

23 Novembre 2022

Spagna

GLI ACQUISTI DEGLI SPAGNOLI DIVENTANO PIÙ SOBRI, CON UN NETTO CALO DEI FRESCHI

Il consumatore spagnolo sta affrontando l'inflazione con acquisti sempre più sobri ed un contenimento della spesa soprattutto di prodotti freschi che, quest'anno, sono diminuiti del 3,2%, secondo dati IRI Worldwide (https://www.iriworldwide.com/).Attualmente, il calo del volume degli acquisti di prodotti freschi nell'anno in corso è notevolmente superiore a quello dell'insieme dei prodotti di largo consumo, che è diminuito dello 0,5%. Per quanto riguarda l'evoluzione del fatturato del settore, IRI Worldwide mostra una crescita del 5,3% nei prodotti freschi, anch'esso inferiore dell'8,2% del totale del largo consumo.Tra i prodotti, i frutti di mare (- 16,1%), il pesce (- 10,9%) e gli ortaggi (- 4,1%) sono le categorie del fresco che maggiormente risentono del calo dei volumi di vendita.Nonostante la diminuzione dei volumi di vendita, i prodotti freschi continuano ad essere protagonisti nel paniere della spesa degli Spagnoli. Nel complesso, rappresentano il 30% della spesa in largo consumo, appena dietro l'alimentazione secca, che rappresenta il 38,5% del budget delle famiglie.L'attuale contesto sta portando i consumatori a comportamenti di acquisto più sobri. Alcune delle abitudini legate al controllo della spesa sono il confronto dei prezzi tra prodotti e marchi, l'aumento degli acquisti promozionali o il cambio dell'esercizio commerciale utilizzato.Le vendite di prodotti in promozione rappresentano il 19,4% del fatturato dei prodotti freschi; è, infatti, la categoria in cui ha un peso maggiore, al di sopra delle bevande e dei prodotti per la casa e la pulizia. Nello specifico, i prodotti più venduti in promozione, secondo i dati di IRI Worldwide, sono i frutti di mare, il pesce e la frutta. (ICE MADRID)


Fonte notizia: FINANCIAL FOOD