News dalla rete ITA

23 Novembre 2022

Argentina

ARGENTINA: AD OTTOBRE LIVELLO PIÙ ALTO DELL'AVANZO COMMERCIALE DA OLTRE UN ANNO

Grazie al "dollaro soia" e all'implementazione del nuovo sistema di importazione, la bilancia commerciale argentina ha registrato un surplus di 1,827 miliardi di dollari in ottobre, il più elevato in più di un anno, come ha riferito martedì l'Istituto Nazionale di Statistica e Censimento (INDEC). Secondo l'agenzia di statistica ufficiale, le esportazioni sono cresciute del 15,1% a 7,901 miliardi di dollari, mentre le importazioni hanno subito un rallentamento e hanno registrato un aumento del 15,8% su base annua a 6,074 miliardi di dollari, il livello più basso dallo scorso febbraio, in concomitanza con l'implementazione del nuovo Sistema di Importazione della Repubblica Argentina (SIRA). In termini destagionalizzati, le esportazioni sono aumentate del 7% e il ciclo tendenziale dello 0,3% rispetto a settembre 2022. Tutte le voci hanno registrato variazioni positive nel mese di ottobre: prodotti primari (PP), 30,4%; combustibili ed energia (CyE), 21,9%; manufatti di origine industriale (MOI), 16,7%; e manufatti di origine agricola (MOA), 1,2%. Il Brasile ha rappresentato il 79,5% delle vendite totali, l'Uruguay il 12%, il Paraguay il 7,7% e il Venezuela lo 0,8%. Il commercio con il Mercosur rappresenta il 17,9% delle esportazioni e il 23,2% delle importazioni totali. Le importazioni sono aumentate del 15,8% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente (827 milioni di dollari), come conseguenza di un aumento del 7% dei prezzi e dell'8,3% delle quantità. In termini destagionalizzati, le importazioni sono diminuite dell'8,4% e il ciclo tendenziale del 2,3% rispetto a settembre 2022. Tutti gli impieghi economici hanno registrato variazioni positive, ad eccezione del resto, che ha subito un calo del 42,1%, dovuto fondamentalmente al minor acquisto di beni spediti tramite i servizi postali (corrieri). I veicoli a motore per passeggeri (VA) sono cresciuti del 94,2%; i carburanti e i lubrificanti (CyL), del 52,9%; le parti e gli accessori per beni strumentali (PyA), del 24,2%; i beni strumentali (BK), del 14,6%; i beni di consumo (BC), dell'11,6%; e i beni intermedi (BI), del 4,8%. Il saldo commerciale è stato di 1,827 miliardi di dollari, 212 milioni di dollari in più rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, quando si era registrato un avanzo di 1,615 miliardi di dollari. Le esportazioni dell'ottobre 2022, analizzate a livello di Nomenclatura Comune del Mercosur (NCM), hanno mostrato che l'aumento di 1,038 miliardi di dollari è dovuto principalmente all'incremento delle vendite di soia, comprese le rotture, escluse quelle per la semina (1,066 miliardi di dollari) e di oli di petrolio grezzi (195 milioni di dollari); tra gli altri. Per quanto riguarda i prodotti importati, in questo periodo si sono registrati alcuni aumenti, come gli acquisti di gasolio (80 milioni di dollari); parti di turbine a gas (55 milioni di dollari); gruppi elettrogeni per l'energia eolica (48 milioni di dollari); e veicoli a motore principalmente per il trasporto di persone, con capacità fino a 6 persone (45 milioni di dollari). Alcuni cali sono stati registrati per prodotti come i vaccini per la medicina umana messi in vendita al dettaglio (-114 milioni di dollari); i semi di soia, spezzati o meno, esclusi quelli destinati alla semina (-69 milioni di dollari) e le unità di macchine automatiche per l'elaborazione dei dati (-42 milioni di dollari). (ICE BUENOS AIRES)


Fonte notizia: Giornale www.ambito.com 22/11/2022