News dalla rete ITA

25 Novembre 2022

Marocco

L'AGENZIA ITALIANA PER IL COMMERCIO ESTERO PREMIA L'ARTE CULINARIA ITALIANA

Onorare l'arte culinaria italiana, tale era la vocazione della "Settimana della cucina italiana nel mondo" che si è svolta dal 14 al 20 novembre a Casablanca.Organizzato dall'Ambasciata d'Italia a Rabat e dall'Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane (ICE) di Casablanca,  questo evento torna quest'anno alla sua settima edizione sul il tema " Convivialità, sostenibilità e innovazione: gli ingredienti della cucina italiana per la salute delle persone e la tutela del Pianeta". È un' occasione per l'Italia di presentare e condividere con i marocchini la gastronomia italiana, conosciuta in tutto il mondo per la sua varietà,la sua ricchezza e la sua diversità regionale, che unisce originalità e innovazione. In questo contesto, questa edizione ha visto la partecipazione dello chef stellato Alfonso Caputo del ristorante "Taverna del Capitano", che è venuto a condividere con gli ospiti la sua esperienza internazionale e la sua professionalità, sottolineando la ricchezza della cucina italiana caratterizzata dalla varietà di suoi ingredienti. Sottolineando  che l'Italia ha 300 varietà di olive, 500 varietà di formaggi e 550 specialità di vino. È proprio questo che rende la cucina italiana così semplice e ricca di prodotti e ingredienti di qualità. Va notato che questa iniziativa fa parte degli sforzi volti per promuovere il "Made in Italy" e per rafforzare le relazioni culturali italo - marocchine e gli scambi commerciali tra i due Paesi. A questo proposito, Dott. Francesco Pagnini, direttore ICE Casablanca, ha indicato che nuovi partenariati potrebbero essere conclusi a breve tra il Marocco e l'Italia. " Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane – ICE sta lavorando per rendere questi prodotti e ingredienti accessibili a tutti. Certo, la sfida non è facile, ma vedo che ci sono importanti margini di crescita e di sviluppo. L'Italia è il settimo fornitore di prodotti per l'industria agroalimentare e visto il volume degli scambi commerciali tra Italia e Marocco, penso che questi possano svilupparsi  ulteriormente ", Lui ha spiegato. (ICE CASABLANCA)


Fonte notizia: Maroc diplomatique