PIL pro-capite a prezzi correnti

4,41

MGL $

Fonte:Fmi-Dots - Anno 2018

Export dell'Italia verso il paese

49,68

%

 

Fonte: Istat - Anno 2018/17

Import dall'Italia

281,99

MLN €

Fonte: Istat - Anno 2018

Quota di mercato dell'Italia nel Paese

2,65

%

 

Fonte: Fmi-Dots - Anno 2018

Eventi in scadenza

Non sono previsti eventi a breve in questo paese.
Visualizza tutti gli altri eventi.

Eventi in corso

Non sono previsti eventi a breve in questo paese.
Visualizza tutti gli altri eventi.

Agenda

News

21 Gennaio 2019
Angola

SETTORE AGRARIO CONTA SU FINANZIAMENTO CINESE

Il settore agricolo angolano potrà beneficiare di un aiuto finanziario non rimborsabile de...

21 Gennaio 2019
Angola

SADC DÀ IL BENVENUTO AL PRESIDENTE ELETTO DELLA RDC

La Comunità di Sviluppo dell'Africa Australe (SADC) si è congratulata con Fé...

18 Gennaio 2019
Angola

SADC CHIEDE SOSPENSIONE DELL'ANNUNCIO DEI RISULTATI ELETTORALI NELLA RDC

Capi di Stato della Comunità di Sviluppo dell'Africa Australe (SADC) hanno chiesto alle au...

I nostri uffici

Si informa che il 20 novembre scorso il Ministro delle Finanze angolano Archer Mangueira ha emanato il Decreto Esecutivo N. 507/18 (in allegato) con cui viene stabilita una scadenza temporale per la presentazione di richieste di pagamento relative al debito contratto dallo Stato angolano nel periodo 2013-2017. Di seguito, una sintesi sui punti essenziali del provvedimento, che NON sostituisce l’attenta lettura del documento originale.

INIZIO SINTESI
Procedure per la presentazione di una richiesta di debito pubblico 
Il Decreto 507/18 stabilisce al 31 gennaio 2019 il termine ultimo per la presentazione delle richieste di pagamento relativamente al debito contratto dallo Stato angolano nel periodo 2013-2017. Si applica a tutti i creditori dello Stato angolano, residenti o non residenti, angolani o stranieri. Le richieste devono essere presentate ai Centri di spesa che hanno firmato i relativi contratti, accompagnati dai seguenti documenti (oltre alle coordinate di conto corrente, da presentare in un modello che sarà fornito dall’Ente oppure attraverso lettera inviata allo stesso Ente);
• Contratti pubblici;
• Fatture;
• Note di consegna di beni e servizi;
• Documenti sullo stato di avanzamento dei lavori, se necessario;
• Note di conferma dell’inserimento della spesa nel bilancio dello Stato da parte dell’Ente;
• Altri documenti pertinenti e rilevanti.
Tutte le richieste presentate saranno soggette a un controllo indipendente e sottoposte alla procedura di certificazione del debito angolano in corso. La presentazione di documenti o informazioni false può comportare una responsabilità in sede civile, finanziaria e penale, ai sensi della legge angolana. La mancata presentazione della domanda entro il termine stabilito priverà il creditore, la cui contrattualizzazione non sia stata realizzata conformemente all’attuale legislazione di bilancio, di qualsiasi diritto nei confronti dello Stato angolano.
FINE SINTESI

Preghiamo di leggere attentamente il decreto; in caso di dubbi, di rivolgersi al Ministero delle Finanze; se si rientra nella casistica del decreto, di dare seguito osservando scrupolosamente la procedura indicata.
In vista di eventuali ulteriori nostri passi, l’Ambasciata d’Italia a Luanda chiede di essere mantenuta informata ed è disponibile a ricevere copia delle richieste rivolte alle amministrazioni angolane, che possono essere trasmesse scansionate alla seguente mail: ambasciata.luanda@esteri.it.